snapchat-spectacles

Qualche giorno fa è stata annunciata la nuova versione degli Spectacles, gli occhiali smart di Snapchat, giunti ormai alla terza evoluzione. Contrariamente ai precedenti, i nuovi smartglasses sono stati progettati per visualizzare e gestire effetti 3D in realtà aumentata.

Grazie infatti ad una doppia fotocamera HD, gli Spectacles riusciranno percepire la profondità dell’ambiente e le dimensioni degli oggetti nello spazio, in un modo simile a quello dell’occhio umano. Gli utenti potranno arricchire così le proprie foto ed i propri video con effetti grafici in 3D, proprio come nell’app mobile di Snapchat.

Basterà azionare uno dei due pulsanti presenti sulla montatura per registrare video di massimo 60 secondi oppure per scattare una fotografia. Le fotocamere sono accoppiate anche ad un sistema di 4 microfoni per registrare video in alta definizione anche per la parte audio. Successivamente gli utenti trasferiranno i video nell’app di Snapchat dove potranno modificare i filmati e gli scatti, aggiungendo effetti particolari 3D in realtà aumentata.

In arrivo anche un visore cartonato 3D viewer (molto simile a Google Cardboard) per immergersi nei propri ricordi oppure per visualizzare quelli creati dagli amici.

Gli Spectacles 3 sono stati disegnati per essere molto trendy e saranno disponibili in due colori: nero ed oro. La batteria ora è migliorata e permette di catturare fino a 70 video e oltre 200 foto con una ricarica completa. La memoria interna di 4GB consente di archiviare fino a 100 video oppure oltre 1000 foto.

Sono già preordinabili sul sito Spectacles.com al prezzo di 370 euro, ma arriveranno solo questo novembre. Un prezzo più che raddoppiato rispetto al vecchio modello, disponibile su Amazon a 175 euro.

teletopi-experentiLo scorso 13 dicembre 2017 al Dipartimento di Filosofia e Comunicazione dell’Università degli Studi di Bologna, si è tenuta la 10^ edizione degli Oscar del videostorytelling, i Teletopi, in cui si è cercato di fare il punto sulla realtà e sulle prospettive future del video online.

Da fruire in mobilità con smartphone e tablet, da condividere sulle bacheche dei social network, perfino da immergersi completamente attraverso i nuovi visori per la realtà aumentata: il futuro della nostra esperienza di navigazione in rete passa sempre di più attraverso il video. E quello che stiamo vivendo in questi anni è solo un assaggio. Tutti gli analisti di svariata estrazione e a varie latitudini del mondo concordano su questa rivoluzione video-centrica: saranno i contenuti multimediali a dominare il futuro. Come stanno già facendo nel presente.

A questo evento abbiamo partecipato anche noi come relatori per far conoscere ai partecipanti le potenzialità della Mixed Realty: la combinazione  di realtà aumentata e realtà virtuale. Il CEO di Experenti, Amir Baldissera, ha incantato la sala gremita di giornalisti e specialisti del video con le app in AR ed ha elencato le varie tipologie di utilizzo della Mixed Realty (vedi il video dello speech).

Successivamente molti dei presenti hanno vissuto un’esperienza in realtà virtuale grazie ai visori come Vive, Gear e Cardboard. Ad ogni partecipante abbiamo strappato un WOW ed anche la Presidente della Giuria, Carmen La Sorella, è rimasta profondamente affascinata dai nostri progetti.

Per raccontare la nostra esperienza ai Teletopi, abbiamo creato anche noi un videostorytelling in timelapse, che trovi qui di seguito.

Do you remember the mysterious Magic Leap? We talked about it here and here, trying to unveil what is the product that actually made Google invest $542 millions and many more money from other colossuses as Alibaba and Qualcomm. To figure out this information isn’t easy, since Magic Leap’s strategy seems to be to work in silence, release from time to time something that leaves the users amazed, then go back to silence once again. The first video showed a “normal” day in Magic Leap’s offices, that was “averagely” facing an alien invasion; the other video we seen was a demo, again filmed in the company’s offices, showing a little robot going around and other superimposed animations.

Now, just in the middle of the AR success after to the release of Microsoft HoloLens Developer edition, another surprising video was published: posted online during last week, it shows augmented reality used in everyday life.

The video is in first person and shows,  superimposed to the normal view, a menu through which is possible to choose among different sections and to receive also notifications: one of the examples is a school research that interactively takes life in front of our eyes. Another notification informs us that an item in our wish list is available again: opening the window we have the possibility to buy it. Then, raising our eyes, we can see a underwater scene with beautiful jelly fishes swimming above our head.

Once again Magic Leap teased our curiosity: we can’t wait to know some more details about their project.

Ricordate la misteriosissima compagnia Magic Leap? Ne avevamo parlato qui e qui, cercando di svelare quale fosse il prodotto che aveva spinto un big come Google a investire nella realtà ben 542 milioni di dollari, e in seguito altri colossi come Alibaba e Qualcomm a unirsi al gruppo. Tuttavia, carpire informazioni non è semplice, tanto più che la strategia di Magic Leap sembra sia quella di lavorare in silenzio, rilasciando ogni tanto del materiale che fa rimanere gli utenti a bocca aperta: il primo video mostrava una “normale” giornata di lavoro negli uffici Magic Leap, nei quali al collega della scrivania accanto si aggiungeva un’invasione aliena in piena regola, il secondo un video demo, girato anche questo negli uffici della compagnia, che mostrava un piccolo robot mentre si aggirava sotto le scrivanie e altre animazioni superimposte alla realtà.

Adesso, proprio a pochi giorni dal boom della realtà aumentata dovuto al rilascio della versione Developer di Microsoft HoloLens, ecco che un nuovo video ci lascia a bocca aperta: pubblicato nell’ultima settimana, mostra una realtà aumentata (anzi, una “mixed-reality” per dirla con parole di Magic Leap stessa) utilizzata nella vita di tutti i giorni.

Il video mostra infatti un menù sovrimpresso alla normale vista nel quale si possono scegliere diverse sezioni e si ricevono anche notifiche: l’esempio è quello di una ricerca scolastica visualizzata in modo interattivo di fronte ai nostri occhi. Poi un’altra notifica avverte che un prodotto nella nostra lista desideri è diventato di nuovo disponibile: aprendo la finestra ci viene data la possibilità di acquistarlo. In seguito, alzando lo sguardo, è possibile vedere una scena sottomarina, con bellissime meduse che nuotano proprio sopra la nostra testa.

Ancora una volta Magic Leap ha stuzzicato la nostra curiosità: attendiamo con ansia qualche dettaglio in più.

Ecco il video:

La spedizione della versione developer di Microsoft HoloLens inizierà a fine mese: i primi fortunati, dopo aver pagato la cifra di 3000 $, inizieranno infatti a ricevere i nuovissimi visori dal 30 di Marzo.

Nell’attesa di iniziare le spedizioni, Microsoft sta mostrando ai futuri developer i vari utilizzi del visore a realtà aumentata; uno di questi ha lasciato molti a bocca aperta: si tratta di Actiongram, applicazione per HoloLens che permette di filmare se stessi o altre persone mentre si interagisce con una gamma di diversi ologrammi.

L’idea è fantastica, ma non aspettatevi effetti speciali che possano competere con quelli cinematografici: Microsoft ha voluto semplicemente offrire ai suoi utenti che non hanno particolari abilità in CGI o animazione la possibilità di divertirsi girando brevi video nei quali possano essere inseriti speciali ologrammi creati in precedenza dai produttori dell’app.

Per creare contenuti olografici di qualità per aiutare i creatori a trovare ispirazione, abbiamo costruito uno studio olografico nel quale molti diversi attori, personaggi, oggetti e creature sono stati ripresi come ologrammi.” ha scritto Microsoft in un post a proposito dell’app sul blog ufficiale, “Actiongram è un’app che permette alle persone di inserire questi contenuti olografici nell’ambientazione del proprio mondo reale, e di registrare un video a realtà mista (MRC: mixed reality capture).

Insieme all’annuncio è stato rilasciato anche un video esplicativo, che mostra alcuni esempi di possibile utilizzo dell’app, ma anche la facilità con la quale si può impostare il proprio film: in puro stile Microsoft, un menù olografico appare di fronte agli occhi dell’utente, sovrapponendosi alla realtà grazie a HoloLens; sarà da qui che si potrà scegliere l’ologramma da far apparire nella scena.

Quali sono i soggetti disponibili? C’è solo l’imbarazzo della scelta: dal dinosauro all’astronauta, non rimarrà che provarli tutti!

Ecco il video ufficiale di Microsoft:

Microsoft HoloLens’ developer version will be delivered soon: the first lucky ones that paid $3000 will start to receive the new headset from March 30th.

While waiting for the shipping, Microsoft is showing to the future developers the different possible uses of the augmented reality headset; one of these surprised many: it’s called Actiongram and it’s an app for HoloLens that makes possible to film ourselves or other people while interacting in video with holograms.

The idea is nice, but don’t expect special effects as in the cinema though: Microsoft wanted just to offer to the developers who don’t have any CGI or animation skills the possibility to have some fun shooting short videos in which they can insert special holograms previously created by the producers of the app.

In order to provide great holographic content to help inspire creators, we built a holographic studio where many different actors, characters, objects, and creatures can be captured as holograms,” Microsoft wrote in a blog post previewing the app. “Actiongram is an app that allows people to place this rich holographic content into their real world environment, and record a mixed reality capture (MRC) video.

Together with the announcement, the company released also an explanatory video that shows some examples of possible use of the app, but also how easy it is to set a video: in pure Microsoft style, an holographic menu appears in front of the users’ eyes, overlapped to the view thank to HoloLens;  from here it will be possible to choose the hologram to insert in the scene.

Which subjects are available? There’s actually a lot of choice: from the dinosaur to the astronaut, we can’t wait to try them all!

This is Microsoft’s official video:

E’ Ferragosto, siamo in vacanza e abbiamo un po’ più di tempo a disposizione: in attesa di avere finalmente per le mani un visore per realtà virtuale o realtà aumentata, perché non provare a divertirsi con il proprio smartphone? Dai videogiochi all’arredo al makeup, esistono tante app da scaricare per provare la realtà aumentata sui vostri dispositivi mobile, per esempio quella di Experenti, che potete trovare in scaricamento free per Android e iOS e provare con le apposite schede di esempio.

Ora potete provare a divertirvi anche a trasformare il vostro dispositivo mobile in un proiettore di ologrammi grazie al video tutorial creato da Mrwhosetheboss, diventato virale in pochissimo tempo.

I materiali sono comuni e bastano pochi passi.

Avrete bisogno di:

– carta millimetrata

– penna

– custodia di un cd

– scotch

– coltello

– forbici

– smartphone

Seguite il video per:

– disegnare e ritagliare un trapezio sulla carta millimetrata

– usare il trapezio per trasporlo sulla custodia del cd

– creare quattro di queste forme e incollarle insieme per creare una specie di lente

Ora non rimane che andare al link del video demo presente nella descrizione del video sopra, porre la lente sullo schermo dello smartphone e rimanere a bocca aperta.

It’s August, most of us are in holidays and have some more available time than usual: while waiting to finally get in our hands a virtual reality or augmented reality headset, why don’t we try having fun with our smartphone? From videogames to furnishing, to makeup, there are many apps to download for trying augmented reality on your mobile devices, e.g. Experenti’s one, that you can download for free for Android and iOS and test with our example tags.

Now you can also have fun transforming your mobile device in a hologram projector thanks to the video tutorial created by Mrwhosetheboss, that became viral in no time.

The materials needed are pretty common and it’s very easy to build.

You will need:

– graph paper

– pen

– cd case

– tape

– knife

– scissors

– smartphone

Follow the video to:

– draw and cut a trapezoid on the graph paper

– use the shape to draw the trapezoid on the case

– create four of these shapes and tape them together to build a lens

Now you just have to go to the video-demo link in the description of the tutorial, put the lens on your smartphone’s screen and prepare to be surprised!

La realtà aumentata di Google Translate? E’ arrivato un nuovo aggiornamento e Big G ce lo presenta nel modo più divertente possibile!

Una delle feature più incredibili di Google Translate è di certo quella che, tramite la app mobile, permette di inquadrare qualsiasi frase scritta in una lingua differente dalla nostra e tradurla simultaneamente. Immaginatela in azione mentre siete in viaggio in un paese straniero e dovete leggere le indicazioni, o ancora al ristorante per tradurre i piatti locali: non sarà più necessario mettere in valigia il vocabolario, perché l’app di Google Translate potrà venire in nostro aiuto in moltissime situazioni nelle quali non conosciamo la lingua ma abbiamo bisogno di sapere cosa significhi un testo.

Sino a qualche giorno fa, le lingue disponibili per la traduzione simultanea di testi scritti erano sette (Inglese, Francese, Tedesco, Italiano, Portoghese, Russo e Spagnolo), ma adesso sono salite a ben ventisette!
Se non fosse abbastanza, tutto questo avviene senza l’utilizzo di connessione wi-fi o traffico dati ed in modo ancora più veloce di prima.

Non ci credete? Guardate il video che il Team di Google ha deciso di creare per celebrare queste novità utilizzando Google Translate per tradurre simultaneamente una canzone che tutti conosciamo, La Bamba:

Se volete approfondire il funzionamento di Google Translate, potete guardare anche questo video:

Oltre a questa novità, Google ha migliorato il suo strumento per la traduzione anche nella versione voce: adesso sarà possibile avere una conversazione più veloce e precisa anche con una connessione lenta.

Entrambi questi miglioramenti saranno molto utili per i paesi nei quali ancora non vi è connessione veloce: adesso sarà possibile utilizzare questi strumenti in praticamente qualsiasi angolo del globo, senza distinzioni!

Google Translate and augmented reality? A new update of the famous translation app is here and Big G is presenting it in the funniest way possible!

One of the most incredible features of Google Translate is for sure the one that, through the mobile app, makes it possible to target any phrase written in a different language and translate it simultaneously.

Imagine it in action while you are traveling: you are in a foreign country and you need to read the signs, or maybe you need to read the local dishes at the restaurant: it won’t be anymore necessary to put vocabularies in the luggage, because Google’s app will help us in all the situations in which we need translation of a text despite not knowing the language.

Until some days ago, the translation was available for seven languages (English, French, German, Italian, Portoguese, Russian and Spanish), but now they have been raised to 27!

If it wasn’t enough, all this is happening without the need of a wi-fi connection or mobile data traffic and way faster than before.

You don’t believe it? Watch the video that Google Team created to celebrate this news using their app to translate simultanously a song we all know, La Bamba:

If you want to know more about how Google Translate works you can also watch this video:

Together with this, Google improved their translation app even in the voice version: now it will be possible to have a fast and precise conversation in another language even with slow connection.

Both these improvements will be useful for the countries in which fast connection is not yet available: now it will be possible to use these instruments in almost every part of the globe, without problems!