Dopo lunghi mesi di assenza, Experenti torna a partecipare a fiere ed eventi. Prima su tutte BIMU, la biennale dedicata al mondo delle macchine utensili e alle innovazioni del digital manufacturing, che quest’anno si terrà dal 14 al 17 ottobre 2020 alla Fiera di Milano-Rho. Anche in questa occasione saremo ospitati presso lo stand di Siemens Italia (Pad. 9 – Stand D07) per far conoscere ai visitatori le ultime novità delle tecnologie di Realtà Aumentata e Realtà Virtuale applicate ai macchinari industriali.

Giunta alla trentaduesima edizione, BIMU è la fiera italiana più importante riguardante l’industria costruttrice di macchine utensili a asportazione e deformazione, robot, automazione, digital manufacturing, tecnologie ausiliarie e tecnologie abilitanti. Quest’anno il focus sarà il rispetto dei protocolli anti-covid, pertanto la manifestazione ha ottenuto l’attestazione di conformità “Ripartiamo insieme in sicurezza” rilasciato da ICIM spa, ente di certificazione di terza parte. BIMU è diventata così la prima fiera ad ottenere questa attestazione, segno del grande impegno e rigore imposti dallo staff nell’implementazione delle misure di contrasto e contenimento di Covid-19 nei padiglioni espositivi.

La mixed reality a BIMU

Presso lo stand di Siemens, Experenti porterà le ultime soluzioni pensate per la manutenzione da remoto delle macchine utensili, diventate un trend durante gli ultimi periodi di limitazione degli spostamenti a causa del covid. L’assistenza tecnica in realtà aumentata migliora la produttività aziendale e salvaguardia la salute degli operatori. Oltre a ciò si riducono i tempi necessari a risolvere le criticità e si fornisce ai clienti un livello di servizio di valore più elevato.

Grande spazio avrà anche la realtà virtuale come showroom virtuali guidati da remoto ed esperienze di edutainment. Con lo showroom VR guidato il venditore fa vedere i prodotti all’acquirente senza doversi spostare fisicamente. Nella stanza virtuale sarà possibile vedere la macchina industriale in scala 1:1 in qualità fotorealistica. A BIMU sarà presente anche un’esperienza di edutainment, per far dimostrare in modo ancor più pervasivo tutte le caratteristiche innovative del nuovo Siemens Sinumerik One, attraverso la gamification.

Oltre ai classici dispositivi di sicurezza come igienizzanti e guanti, verranno fornite ai partecipanti anche protezioni aggiuntive per evitare il contagio da covid-19 e rendere più sicure le prove in fiera.

I produttori di macchinari industriali usano sempre più spesso soluzioni in realtà aumentata e realtà virtuale sia per ottimizzare il processo produttivo sia per offrire un migliore servizio al cliente finale. Queste tecnologie infatti fanno parte del sistema dell’Industria 4.0, una trasformazione orientata al digitale per rendere le aziende più innovative e efficienti.

In questi ultimi tempi i machine builder hanno la necessità di rivoluzionare il modello di business per renderlo più flessibile e più veloce nelle risposte ai sempre più rapidi cambiamenti nel mercato. In Italia, secondo paese manifatturiero in Europa, i principi dell’Industria 4.0 si stanno adottando sempre più spesso tra i produttori anche grazie a degli incentivi, che aiutano le aziende a sostenere le spese di rimodernamento del business. Al riguardo abbiamo scritto una guida, che riassume tutte le informazioni utili e le linee guida d’applicazione.

Andiamo ora ad analizzare i principali casi d’applicazione delle tecnologie di realtà aumentata e virtuale per nel settore industriale.

Manutenzione da remoto

Come anticipato in precedenza, produttori di macchinari industriali possono adottare la realtà aumentata per migliorare la produzione e per fornire un servizio di assistenza tecnica da remoto. Infatti con la manutenzione a distanza vengono ridotti i fermi macchina, aumentando quindi l’efficienza del processo produttivo, sia lato builder sia lato cliente. Sysmex Corporation, produttore di apparecchiature mediche, ha adottato la manutenzione aumentata per risolvere le criticità in tempi più rapidi e fornire ai clienti un livello di servizio di valore più elevato. Grazie all’AR, i tecnici Sysmex possono ora identificare e risolvere rapidamente eventuali problemi potenziali, potendo contare su informazioni aggiornate a portata di mano, in tempo reale.

Prototipazione e test dei prodotti

Un ulteriore modalità di applicazione di questa tecnologia è quella impiegata da John Deere & Company, produttrice di macchine agricole. La realtà aumentata consente ai clienti del brand di testare i prodotti in anteprima, fin dalla fase di progettazione. In questo modo l’azienda raccoglie feedback utili per migliorare i macchinari o per correggere errori. In seguito agli ottimi risultati conseguiti con quest’applicazione, la società ha deciso di investire sempre più in questa tecnologia. Infatti ora viene utilizzata anche per il controllo qualità, per il processo produttivo e per il training virtuale delle risorse umane.

Miglioramento dei processi

Le tecnologie digitali possono essere utilizzate anche per migliorare i processi interni aziendali. Infatti ricreano modelli digitali, che aiutano i decisori nelle loro scelte. Engskov Machine Factory, produttore danese di macchine industriali, ha impiegato questa tecnologia per capire quali nuovi robot avrebbero dovuto acquistare per rispondere agli aumenti di domanda. Mancavano infatti conoscenze interne e il rischio di allocare in modo errato costosi investimenti era molto alto. Perciò hanno creato e provato in VR il progetto, e poi hanno acquistato gli asset convinti dalla loro scelta.

Training virtuale degli addetti

La realtà virtuale può essere impiegata dai machine builder per formare in tutta sicurezza gli operatori, ricreando digitalmente la catena di montaggio in cui verranno inseriti. La tecnologia permette anche ripetizioni infinite, senza dover ricorrere a costosi fermi macchina, e la sperimentazione di pratiche in situazioni pericolose, difficilmente replicabili dal vivo. Abbiamo parlato di tutti i vantaggi del virtual training in una guida sfogliabile online o scaricabile.