Il Virtual Lab -Live the Stem Cells di Takeda non si ferma e approda a Barcellona in occasione della UEG Week. L’evento si terrà da lunedì 21 a mercoledì 23 ottobre nella splendida cornice della Fira Gran Via, l’innovativo quartiere fieristico della capitale catalana.

L’UEG – acronimo di United European Gastroenterology – riunisce gli specialisti europei in gastroenterologia. È il punto di riferimento per le mattie digestive, in continuo aggiornamento per quanto riguarda prevenzione, ricerca, diagnosi, cura e sensibilizzazione sulla loro importanza. Ogni anno organizza un evento divulgativo, la UEG Week, in cui ricercatori provenienti da tutto il mondo condividono i loro ultimi studi.

La realtà virtuale sarà parte dello stand Takeda e farà entrare i visitatori nel laboratorio Virtual Lab -Live the Stem Cells, sviluppato in partnership tecnologica con Experenti. Nel Virtual Lab i medici potranno partecipare alla preparazione della prima terapia a base di cellule staminali mesenchimali allogeniche, approvata in EU per il trattamento delle fistole perianali complesse nella malattia di Crohn, accedendo alle camere sterili riservate esclusivamente al personale di laboratorio. Per farlo basterà solamente indossare un visore di realtà virtuale.

Il Virtual Lab – Live the Stem Cells rappresenta la nuova frontiera dell’educazione in campo scientifico. Con questa iniziativa Takeda si qualifica non solo come azienda attenta alla ricerca e alla produzione di farmaci evoluti, ma anche come pioniera nell’innovazione tecnologica digitale applicata all’edutainment.

Vi piacerebbe scoprire uno dei più grandi capolavori della storia dell’architettura, rivivendo l’atmosfera del passato?

Se la risposta è si e se avete in programma un viaggio con destinazione Barcellona, allora non perdetevi assolutamente la fantastica esperienza di scoprire Casa Batllò  in realtà aumentata. Per tutti i turisti, ma in particolare per gli appassionati d’ arte e di design, casa Batllò è una tappa obbligatoria quando ci si trova nella stupenda città di Barcellona. Patrimonio dell’UNESCO, opera di Antoni Gaudì, l’edificio è una meraviglia da vedere almeno una volta nella vita.

Già di per se la stravagante spettacolarità degli interni di questo capolavoro, lascia senza parole tutti i visitatori, ma la visita diventa ancora più stupefacente quando entra in scena la realtà aumentata.

Oggi casa Batloò ha deciso di puntare sulle nuove tecnologie, offrendo la possibilità di effettuare un tour all’interno del palazzo con delle nuovissime  video-guide in grado di combinare le bellezze della  struttura con elementi aumentati, ambienti virtuali e animazioni 3D, che senza ombra di dubbio stimoleranno i vostri sensi e le vostre emozioni.

L’idea di offrire una visita in realtà aumentata nasce per mostrare la casa così come la concepì Gaudì.

La realtà aumentata vi trasporterà in un mondo magico e accattivante, nel quale potrete scoprire la vita e le abitudini della famiglia Batloò e rivivere così  l’ atmosfera che si respirava circa un secolo fa.

Con Tablet in mano e cuffie necessarie per le spiegazioni audio, la visita immersiva avrà inizio, potrete esplorare  le stanze di casa Batloò, vedere gli arredi dell’epoca, e semplicemente inquadrando gli oggetti presenti con il tablet, potrete osservarli nella loro forma originaria, cosi come erano stati pensati da Gaudì, il tutto accompagnato da animazioni tridimensionali che vi lasceranno senza parole.

Curiosi? Guardate il video che vi anticipa questa fantastica visita cultuale!

La visita guidata di casa Batloò in realtà aumentata, è uno dei numerosi esempi di come questa nuova tecnologia sia in grado di trasformare musei, città, opere d’arte in esperienze immersive uniche ed emozionanti.

Scoprite qui come Experenti può rendere indimenticabili le esperienza artistiche con la realtà aumentata.