E’ ufficiale, è possibile iniziare il conto alla rovescia per l’arrivo di Oculus Rift, il visore per la realtà aumentata, progettato da Oculus, l’azienda acquistata lo scorso anno dal Colosso Facebook, che sembra avere serie intenzioni di investire in questo settore.

Oculus Rift Facebook

Mark Zuckerberg, padre fondatore del noto social network, ha illustrato le motivazioni che lo hanno spinto all’acquisizione di questo visore, motivo principale ha spiegato è quello di rendere in futuro la fruizione di Facebook più “immersiva”.

Il visore sarà acquistabile dall’inizio del 2016, ma se non volete correre il rischio di non trovarlo disponibile le prenotazioni saranno possibili già dai prossimi mesi.

Avete un’amico che vive in un’altra città, oppure vostro figlio vive dall’altra parte del mondo, oppure ancora il vostro partner è lontano da voi e vi piacerebbe sentirlo più vicino?

Grazie al  visore Oculus Rift e grazie all’utilizzo della realtà aumentata sarà possibile abbattere le distanze ed effettuare un “teletrasporto” per entrare nel mondo delle persone che si trovano in posti lontane, consentendovi di entrare in contatto con loro in un modo del tutto nuovo.

Il dispositivo studiato principalmente per i videogiochi , ha riscosso grande successo e approvazione tra gli addetti ai lavori. Il Cto dell’azienda Mike Schroepfer durante l’ F8, la convention per gli sviluppatori che ha avuto luogo a San Francisco, ha affermato: “La realtà virtuale connetterà le persone e darà vita ad una sorta di teletrasporto per quando si è lontani fisicamente da una persona cara, per Facebook la realtà aumentata non è altro che un altro modo per mettere in collegamento le persone”.  Sul palco è successivamente salito Michael Abrash, Chief Scientist di Oculus, che ha svelato come il team di lavoro stia studiando la percezione umana per dar vita ad esperienze virtuali in grado di modificare pienamente il modo di comunicare, ha inoltre spiegato come l’avvento di questa tecnologia porterà enormi cambiamenti a diversi aspetti del nostro modo di vivere.

Non ci resta che attendere impazientemente di scoprire le sorprese che Oculus Rift e l’ormai più che presente social Facebook ci riserveranno!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Vi è mai capitato di fare un tour  alla scoperta di una città per voi del tutto nuova e  non conoscere piazze, monumenti presenti oppure di visitare un museo e ignorare l’autore dei dipinti esposti e tutta la storia che ci sta dietro?

Shazam-realtà-aumentata

A risolvere il problema ci penserà Shazam la celebre app con più di 100 milioni di utenti attivi ogni mese,  dedicata al riconoscimento musicale istantaneo che presto diventerà la vostra guida non solo musicale, a portata di smartphone!

L’azienda con sede a Londra, grazie ad un finanziamento di 30 mila dollari, ottenuto da fonti a noi sconosciute, sarà infatti  presto in grado di effettuare anche il riconoscimento di cibo, oggetti come libri, quadri e non solo anche di luoghi e monumenti.

Sarà possibile ad esempio puntare lo smartphone sulla copertina di un libro ed essere rimandati alla colonna sonora del film, oppure conoscere in tempo reale le proprietà nutrizionali di un alimento.

Il Ceo  dell’azienda, Rich Riley, durante il Mobile Word Congress 2015, ha dichiarato che la più che famosa App Shazam deve e vuole evolversi, ampliando i suoi orizzonti,  e ha spiegato che la nuova versione diventerà una sorta di versione avanzata di Google Goggles, app già capace di effettuare il riconoscimento di oggetti mediante la fotocamera.”Shazam è già un verbo (shazammare), noi quello che vogliamo per il futuro è espandere l’universo di ciò che già si può fare con Shazam “, ha affermato Rich Riley.

Sul funzionamento tecnico dei nuovi servizi che presto l’ App offrirà per il momento non è stato detto nulla di preciso, unica certezza che il tutto sarà possibile grazie al supporto di uno smartphone dotato di fotocamera e della realtà aumentata.

Perciò non stupiamoci se a breve con un semplice tap sull’ormai a tutti noto cerchione blu, avremo la possibilità di conoscere in tempo reale le informazioni riguardanti un monumento osservato per strada, o a chi appartiene un dipinto!

 

 

 

 

Volete stupire i vostri bambini con una torta di compleanno animata che magicamente dia vita a fantasiosi personaggi in 3d come draghi o unicorni?

surprise-cakes

 

 

Da oggi potete farlo grazie ad una divertentissima applicazione ” Surprise Cakes”  in cui Cake design e realtà aumentata  si uniscono trasformando una qualsiasi torta in uno spettacolo meraviglioso.

L’idea è di una dietologa australiana, scienziata del cibo e  autrice del blog “How to Cook that”  in cui racconta attraverso ricette e consigli la sua passione per il food, in particolare per  i dolci.

Surprise Cakes avvalendosi  della realtà aumentata trasformerà le feste dei vostri bambini in eventi stupefacenti, strilli di gioia e sguardi sbalorditi appariranno sul volto degli  invitati  quando inquadrerete con uno smartphone o un Tablet la torta,  e un unicorno animato inizierà a muoversi sul vostro dolce.

Non solo unicorni, l’interno della torta può trasformarsi in un castello incantato abitato da un drago in movimento,  e all’esterno del castello si potrà assistere ad un fenomenale spettacolo di fuochi d’artificio!

Per rendere favolose le vostre creazioni dolciarie non vi resta che scaricare l’applicazione, stampare il markers che preferite tra quelli disponibili e scaricabili sul sito How to cook that, ritagliarlo e posizionarlo sulla vostro dolce, una volta effettuati questi passaggi il gioco è fatto e non vi resta che godervi lo spettacolo!

L”applicazione consente inoltre di fotografare il momento tanto atteso di ogni compleanno, ossia il soffio delle candeline, includendo le animazioni in 3d!

Per ora i markers scaricabili sono solo quelli di cui vi abbiamo parlato, ma il team di Surprise Cake  sta già lavorando su nuovi temi che potrete presto applicare alle vostre torte!

 

Google e Mattel si uniscono e presentano una versione moderna di View-Master il sistema di visione stereoscopica realizzato negli anni novanta, oggetto cult per l’infanzia di molti.

Rispetto al modello uscito nel 1939 View-Master è dotato di uno spazio all’interno del quale inserire uno smartphone e di una cover in palstica.

MATTEL-GOOGLE-VIEW-MASTER

View-Master  presenta le caratteristiche di un qualsiasi dispositivo dedicato alla realtà aumentata, ossia si configura come una sorta di visore che sfruttando la tecnologia di Google Cardboard  e mediante un’apposita App conduce l’utente in mondi virtuali in cui prendono vita storie, giochi e nuovi metodi di narrazione.

All’ interno della confezione sono presenti: un visore  e alcune schede che possono essere utilizzati per iniziare a esplorare una particolare ambientazione, basterà  infatti puntare il dispositivo su un cartoncino per immergersi in una realtà virtuale e  iniziare a giocare.

Non mancheranno i dischi fisici  acquistabili separatamente con piccole diapositive da poter visualizzare con View-Master, proprio come accadeva nel lontano 1939.

Pensato per i più piccoli, questo moderno visore è stato ideato prevalentemente per scopi ludici, (diversi potrebbero essere i possibili usi e  le applicazioni  sviluppabili da Mattel),  configurato come una sorta di giocattolo in realtà aumentata, consente a genitori e figli di avere in mano un oggetto divertente ma allo stesso tempo funzionale  ed educativo, ad esempio potrebbe essere utilizzato a scuola per integrare le informazioni in modo alternativo.

Unica nota dolente è che il nuovo dispositivo View-Master non sarà acquistabile prima del  prossimo autunno al costo di 26 euro circa, per il momento purtroppo si parla solo della sua distribuzione in America, dell’Europa e dell’Italia ancora non se ne parla!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il  web e  i dispositivi mobile elementi costanti e onnipresenti  nella nostra quotidianità hanno permesso alla realtà aumentata di fare il suo ingresso nel settore del marketing territoriale.

imageOggi i nostri cellulari si sono trasformati in  occhi e orecchie, con uno smartphone in mano la visita a luoghi d’interesse, città e musei può assumere una dimensione nuova e virtuale.

 

L ‘utilizzo e l’applicazione  delle nuove tecnologie basate sul principio della realtà aumentata al settore turistico costituiscono uno strumento di comunicazione efficace e innovativo per esaltare le mete turistiche,  e soprattutto sono in grado di trasformare un viaggio, una visita ad un museo in un’esperienza unica e stupefacente, abbattendo le barriere tra mondo fisico e digitale.

Il settore promozionale turistico può   sfruttare le potenzialità offerte dall’AR per offrire servizi di promozione del territorio innovativi volti ad  attre il turista facendo leva sulle emozioni, niente è più efficace di un emozione per sorprende e coinvolgere gli utenti, per fa si che si arrivi a vivere un esperienza che lasci dire Wow!

Questa la filosofia della piattaforma Experenti che offre la possibilità di   trasformare musei, città e siti storici in esperienze culturali uniche:  quadri e opere d’arte che prendono vita con spiegazioni, statue 3D, planimetrie 3D di siti archeologici, tour e video guide che descrivono opere e luoghi, cacce al tesoro culturali per far conoscere ai più giovani attraverso la geolocalizzazione, video e realtà aumentata le bellezze della città, mappe interattive, cataloghi d’arte aumentati.

Experenti ti aiuta a trasformare i contenuti in fantastiche ed emozionanti avventure!

Volete vivere con noi una wow experience ?

 

Scricate il nostro press kit all’ interno del quale troverete la scheda esemplificativa dedicata all’ arte con la notte stellata di Van Gogh, vi basterà inquadrare con il vostro dispositivo il dipinto  per  vedere apparire un video  che vi guiderà alla scoperta del mondo e delle opere dell’artista.

Se vi va di fare un giro virtuale molto suggestivo nella stupenda Firenze punatata il vostro telefono nell’ altra scheda semplificativa raffigurante la mappa della città, sullo schermo appaiono  in  corrispondenza dei principali punti d’interesse i pin in realtà aumentata che offrono maggiori informazioni, ma il viaggio non finisce qui se spostate l’ inquadratura sulla guida della città potrete gustarvi  il David di Michelangelo in 3D .

 

 

 

 

 

Una buona notizia

una buona notizia experenti

Experenti ottiene un investimento di 700mila dollari e apre in America

Si parla tanto di progetti ambiziosi, di innovazione, di investimenti e sembrano tutte cose lontane dalla nostra difficile Italia.

Per una volta le buone notizie arrivano a casa nostra.

Avete avuto modo di incontrare Experenti e di vedere dal vivo le performance della nostra piattaforma. Come avete sperimentato in prima persona, la realtà aumentata secondo il nostro approccio ha una grandissima potenzialità: non è un caso che continuiamo a ripetere che ‘il limite è la fantasia’.

Proprio grazie alle performance eccellenti e alle prospettive di crescita del comparto, il nostro AD Amir Baldissera ha brillantemente concluso un’importante trattativa con un club di investitori privati che è entrato in Experenti portando un capitale che ci permetterà di accelerare lo sviluppo tecnologico e l’espansione territoriale.

Tutto ciò ci ha permesso di aprire Experenti Inc. a NewYork.

Oltre all’importante investimento, abbiamo raggiunto anche un altro obiettivo: a rafforzare la nostra squadra s’è inserito Michele Marzola nel ruolo di Presidente di Experenti Inc.

Ora siamo pronti ad affrontare nuove sfide. Questo grande risultato è solo il primo passo di un percorso che ci porterà a crescere velocemente, ad ampliare la nostra offerta commerciale e a garantire il nostro ‘effetto WOW’ grazie a sempre più stupefacenti realizzazioni.

Grazie a chi ci ha sostenuto, incoraggiato e ha voluto mettersi in gioco con Experenti fin dall’inizio.
Grazie ai nostri partner che hanno sognato con noi.
E grazie anche a chi ci ha messo i bastoni tra le ruote perché ci ha resi più motivati e coesi.

La promessa è quella di migliorare per offrirvi una realtà aumentata a misura delle vostre più alte aspettative.

Abbiamo una buona bicicletta e adesso pedaleremo forte.

Qui i dettagli nel comunicato ufficiale

Startup italiana pronta a conquistare anche gli USA

Experenti, eccellenza padovana della realtà aumentata, ha ottenuto un investimento early stage da un club deal di investitori privati per sostenere le attività di sviluppo della piattaforma tecnologica.

Dal 2013 incubata in Mentis, nel 2014 Experenti ha assunto una sua identità come srl e ha fin da subito raccolto l’attenzione di alcuni player nazionali ed esteri che sono stati positivamente colpiti dalle elevate performance tecniche dei prodotti realizzati e dalle prospettive di crescita del comparto della realtà aumentata.
Ora, grazie all’investimento ottenuto è nata Experenti Inc che veicolerà le attività di sviluppo di realtà aumentata oltre i confini europei.

 

Experenti è una storia di innovazione tutta italiana” sottolinea Amir Baldissera CEO della nuova società. “Un esempio di ciò che capita quando università ed azienda fanno squadra per creare qualcosa di interessante per il mercato. L’investimento ottenuto è il primo passo di un percorso di crescita che ci vedrà impegnati per far evolvere ancor di più la piattaforma tecnologica che già oggi garantisce delle performance di altissimo livello.”

 

“Abbiamo fondato Experenti Inc. a New York per sottolineare la nostra vocazione globale sia nel servizio al cliente che nello sviluppo della tecnologia.” dichiara Michele Marzola, Chairman di Experenti Inc. “Abbiamo l’ambizione di superare i $ 150 M di fatturato in 5 anni.”


 

A proposito di Experenti
Experenti è la piattaforma di realtà aumentata made in Italy.
Grazie all’unione di una forte propensione all’intercettare i bisogni del mercato e ad una solida competenza tecnologica derivata dalla collaborazione con l’Università di Padova, Experenti riesce a creare una forma di realtà aumentata business oriented.
Costituita nel 2014, dopo un anno di incubazione, ha già il suo attivo decine di realizzazioni per primari brand europei in settori quali il design, il fashion, l’industria, la comunicazione e il turismo.
Per ulteriori approfondimenti press@experenti.com tel. +390499360466

CastAR occhiali realtà aumentata

Gli occhiali in realtà aumentata sono al centro di un numero sempre più grande di sperimentazioni creative nei settori più vari. L’ultima in ordine di tempo si propone come innovazione dirompente per il mondo del gaming, e in pochi giorni ha riscosso un grandissimo successo con la campagna di raccolta fondi organizzata sulla celebre piattaforma Kickstarter: si tratta di CastAR, un sistema di visori che proietta immagini olografiche tridimensionali su una superficie e permette di interagire attivamente con queste, anche tramite altri oggetti e dispositivi.

Questi speciali occhiali in realtà aumentata sono stati progettati da Jeri Ellisworth e Rick Jonhson, due ingegneri usciti dalla software house Valve per formare la società Technical Illusions, e si distinguono per la possibilità di offrire due tipologie di fruizione: l’esperienza che connette mondo fisico ed elementi digitali con la realtà aumentata, e quella che, applicando sugli occhiali una speciale clip, immerge l’utente in un ambiente di simulazione completamente virtuale.

gioco in realtà aumentata CastAR

La superficie su cui gli occhiali CastAR proiettano gli elementi del gioco in realtà aumentata. Fonte: http://www.kickstarter.com/projects/technicalillusions/castar-the-most-versatile-ar-and-vr-system

Il sistema è composto da due piccoli proiettori LCD montati sopra le due lenti degli occhiali, una videocamera posta al centro che traccia i movimenti della testa per adattare l’orientamento della scena proiettata e una superficie liscia retroriflettente sulla quale l’utente visualizza le immagini 3D. Per fornire un’ulteriore modalità di interazione con la scena aumentata, in particolare con le applicazioni dei giochi, CastAR prevede altre due componenti: la Magic Wand, un controller a forma di “bacchetta magica” che può essere usato come sistema di input 3D e joystick, e la cosiddetta RFID Tracking Grid, posta sotto la superficie-schermo; quest’ultima, usata in connessione con le basi RFID, consente addirittura di rilevare e identificare gli oggetti fisici (come, ad esempio, le pedine di un gioco da tavolo) associati alle basi, creandone così una versione virtuale interattiva.

CastAR realtà aumentata

Gli occhiali CastAR in realtà aumentata e la superficie retro riflettente. Fonte: http://www.kickstarter.com/projects/technicalillusions/castar-the-most-versatile-ar-and-vr-system

In questo modo gli occhiali CastAR in realtà aumentata offrono un’esperienza percettiva sensazionale che resta davvero sospesa tra il mondo delle animazioni tridimensionali e quello degli oggetti fisici, di cui l’utilizzo nell’ambito del gaming è solo la più suggestiva delle applicazioni.

Fonte: http://www.kickstarter.com/projects/technicalillusions/castar-the-most-versatile-ar-and-vr-system

È proprio vero che il valore della Realtà Aumentata consiste nell’aggiungere informazioni a quello che vediamo? E se fosse il contrario? All’Augmented World Expo 2013 (AWE), il più grande appuntamento mondiale per i protagonisti del mercato della realtà aumentata, tenutosi quest’anno a Santa Clara (California) il 4 e 5 giugno, si è discusso anche di questo.
Will Wright, il creatore del famosissimo videogioco “The Sims”, nel suo intervento ha provato a ribaltare il modo in cui pensiamo a quello che la Realtà Aumentata fa e dovrebbe fare. Invece di aumentare il già grandissimo numero di informazioni che il nostro cervello riceve ogni giorno, questa nuova tecnologia dovrebbe essere sfruttata per aiutarci a filtrare quelle che davvero ci interessano: una sottrazione degli elementi superflui dall’ambiente circostante, per arrivare direttamente a quello che vogliamo sapere, specialmente se questo non può essere raggiunto dai nostri sensi.
Il futuro della Realtà Aumentata potrebbe dunque essere una realtà personalizzata.

Fonte: http://augmentedworldexpo.com/

Will Wright

Foto proveniente da http://gamingnewsitaly.com/

 

(stage propedeutico all’assunzione)

 

Experenti è alla ricerca di una figura da inserire nel proprio organico per rafforzare l’area di gestione di progetto.

La nuova figura verrà affiancata da un tutor per tutta la durata dello stage con lo scopo di sostenerla e renderla autonoma nello svolgimento del lavoro.

Pertanto, non si richiedono importanti esperienze pregresse in quanto l’attività di formazione /crescita sarà svolta proprio durante il periodo di stage.

Il lavoro che andrà a svolgere è inerente al contatto con il cliente per cui  è importante possedere doti relazionali.

Dato che il mercato di Experenti è internazionale e ci sarà la possibilità di trasferte all’estero, si richiede oltre alla conoscenza approfondita della lingua italiana, anche la padronanza della lingua inglese (la dimestichezza con un ulteriore lingua straniera viene considerata un valore aggiuntivo).

Al termine dello stage la figura verrà assunta per ricoprire il ruolo che meglio le si adatta  a seconda delle propensioni dimostrate (contatto cliente o gestione dei progetti).

 

Non ci sono titoli di studio preferenziali, ma è richiesta una certa passione e predisposizione per la comunicazione, l’innovazione e la tecnologia.

La sede di lavoro è a Massanzagomappa –  ed è raggiungibile coi mezzi pubblici da Padova.

Per candidarsi alla posizione o chiedere altri dettagli, contattateci allo 049.9360466 / job@experenti.com