Siemens, società multinazionale tedesca leader mondiale nelle tecnologie d’eccellenza, ha chiuso il 2017 con risultati molto positivi (fatturato di 83 miliardi in tutto il globo, 2 dei quali solo in Italia). Ma nell’ultimo Open Lab, più che parlare di risultati passati, si è parlato di prospettive future. Infatti sono state presentate una serie di nuove tecnologie digitali che potranno generare livelli di prestazione elevatissimi per le aziende clienti. Grazie all’esperienza nell’elettrificazione, nell’automazione e nella digitalizzazione, Siemens mira a convertire al digitale tutto il sistema industriale. Gli strumenti forniti da Siemens permettono di raccogliere i dati dei macchinari o impianti, e di analizzarli per ottimizzare le proprie operazioni.

A tal proposito Siemens ha presentato un applicativo basato sulla realtà aumentata, realizzato in collaborazione con noi di Experenti ed incorporato nel tablet industriale Simatic. L’operatore, attraverso il tablet può scansionare il macchinario desiderato, potendo accedere ad informazioni in 2D, in 3D o anche mediante video che evidenziano le caratteristiche di funzionamento del componente analizzato. Tutto ciò permette di velocizzare le operazioni di diagnostica e manutenzione della macchina stessa, riducendo errori, costi e tempi per le operazioni di assistenza tecnica.

Noi di Experenti siamo molto orgogliosi di dare anche il nostro contributo a questo processo di innovazione digitale promosso da una grande azienda come Siemens. In futuro speriamo ci siano altre occasioni per collaborare insieme al fine di portare la nostra mixed reality al servizio dell’industria 4.0

siemens-realtà-aumentata

 

Siemens è una multinazionale tedesca che si distingue da oltre 165 anni per eccellenza tecnologica, innovazione, qualità, affidabilità e presenza internazionale. L’azienda è attiva in più di 200 Paesi e si focalizza nelle aree dell’elettrificazione, automazione e digitalizzazione. Presente nel nostro Paese dal 1899, Siemens è una delle maggiori realtà industriali attive in Italia con due stabilimenti produttivi, centri di competenza su software industriale e mobilità elettrica e un centro tecnologico applicativo a Piacenza.

teletopi-experentiLo scorso 13 dicembre 2017 al Dipartimento di Filosofia e Comunicazione dell’Università degli Studi di Bologna, si è tenuta la 10^ edizione degli Oscar del videostorytelling, i Teletopi, in cui si è cercato di fare il punto sulla realtà e sulle prospettive future del video online.

Da fruire in mobilità con smartphone e tablet, da condividere sulle bacheche dei social network, perfino da immergersi completamente attraverso i nuovi visori per la realtà aumentata: il futuro della nostra esperienza di navigazione in rete passa sempre di più attraverso il video. E quello che stiamo vivendo in questi anni è solo un assaggio. Tutti gli analisti di svariata estrazione e a varie latitudini del mondo concordano su questa rivoluzione video-centrica: saranno i contenuti multimediali a dominare il futuro. Come stanno già facendo nel presente.

A questo evento abbiamo partecipato anche noi come relatori per far conoscere ai partecipanti le potenzialità della Mixed Realty: la combinazione  di realtà aumentata e realtà virtuale. Il CEO di Experenti, Amir Baldissera, ha incantato la sala gremita di giornalisti e specialisti del video con le app in AR ed ha elencato le varie tipologie di utilizzo della Mixed Realty (vedi il video dello speech).

Successivamente molti dei presenti hanno vissuto un’esperienza in realtà virtuale grazie ai visori come Vive, Gear e Cardboard. Ad ogni partecipante abbiamo strappato un WOW ed anche la Presidente della Giuria, Carmen La Sorella, è rimasta profondamente affascinata dai nostri progetti.

Per raccontare la nostra esperienza ai Teletopi, abbiamo creato anche noi un videostorytelling in timelapse, che trovi qui di seguito.

Come nasce e cresce un capolavoro del vetro? Da oggi sarà possibile partecipare a tutte le fasi di messa in opera di un oggetto in vetro soffiato direttamente dal proprio smartphone. Botteghe Digitali, il programma di accelerazione ideato da Banca Ifis che permette all’artigianato d’eccellenza del made in Italy di diventare un esempio di manifattura 4.0, ha proposto a Gabbiani, azienda storica di Murano, una soluzione basata sulla Mixed Reality. Experenti ha infatti ideato per il progetto un’app, combinazione tra realtà virtuale e realtà aumentata, che consente all’utente di conoscere la storia del prodotto che vorrà acquistare a partire dai disegni fino all’imballaggio. Lo spettatore potrà quindi conoscere i luoghi icona della manifattura italiana, come le botteghe veneziane, partecipando alla realizzazione dell’opera in vetro richiesta anche non essendo fisicamente a Murano. L’app è scaricabile gratuitamente dagli store Apple e Android.

“L’obiettivo- dice Carlotta Gabbiani – è quello di far vivere al cliente l’esclusività e la magia di un prodotto sartoriale interamente fatto a mano a Venezia. Grazie alla app potrò coinvolgere nel processo creativo e di realizzazione anche clienti che sono molto lontani e che invece così possono seguire passo a passo la nascita e creazione dell’oggetto che poi andrà ad arredare i loro ambienti”.

Il percorso di Gabbiani sarà raccontata nella prima puntata della web serie online sul canale youtube di Botteghe Digitali. La serie, firmata da Cristina Redini, racconta il percorso di accelerazione digitale di 11 artigiani che, con Botteghe Digitali, hanno agganciato le possibilità dell’innovazione tecnologica per diventare competitivi a livello internazionale.

gabbiani-app

Botteghe digitali: Banca Ifis e il primo esperimento di manifattura 4.0. 10+1 artigiani provenienti da tutti i settori del made in Italy dalla moda al cibo, dal design alla cosmetica, selezionati su 300 candidature da tutta Italia, iniziano un percorso di trasformazione digitale che li porterà ad essere molto diversi da come sono ora grazie al supporto di cinque digital coach. Botteghe Digitali è il primo programma di accelerazione che dà racconto di come l’artigianato d’eccellenza del made in Italy può diventare manifattura 4.0, ideato da Banca Ifis con la supervisione scientifica di Stefano Micelli dell’Università Ca’ Foscari di Venezia e Giorgio Soffiato, CEO dell’Agenzia Marketing Arena. 

Get on google play

Download on the app store

padova sharing innovationIn occasione del Natale, a Padova si è dedicata particolare attenzione al mondo dell’innovazione digitale sviluppata dalla realtà del territorio. A questo proposito Promex, Azienda Speciale della Camera di Commercio di Padova per le attività internazionali, ha organizzato dal 13 al 23 dicembre un evento chiamato “Padova Xmas Time – Sharing Innovation”, in Piazza Cavour.

Le azioni e gli eventi che si vogliono promuovere durante gli 11 giorni di apertura al pubblico hanno l’ambizione di mostrare una Padova che guarda “avanti e oltre” (Padova Looking Ahead and Beyond) anche attraverso l’innovazione; l’obiettivo è quindi di favorire gli attori che a vario titolo diffondono l’innovazione nelle imprese promuovendone le attività.

Grazie ad InfoCamere abbiamo potuto partecipare come ospiti per portare a conoscenza di tutti la magia della Mixed Reality. Durante il pomeriggio del 14 dicembre 2017 alcuni passanti hanno avuto anche l’opportunità di vivere un’esperienza in realtà virtuale con i nostri dispositivi. Abbiamo ricevuto ottime sensazioni da pubblico, che si è dimostrato molto affascinato da tutti i nostri progetti.

Ecco un breve estratto di giovedì 14 dicembre:

Lo scorso 19 ottobre siamo stati inviati ad un evento organizzato da Smartive al Make di Milano. Si tratta del primo sharing group sviluppato per Leroy Merlin Area Nord Est, chiamato “Retail e futuro prossimo”. Durante l’incontro abbiamo parlato di realtà aumentata e virtuale a circa una ventina di direttori di punti vendita ed abbiamo avuto l’occasione anche di presentare loro anche alcune nostre soluzioni. Il riscontro è stato molto positivo: tutti i manager si sono dimostrati molto interessati ai nostri prodotti ed alla nostra realtà aziendale.

La mixed reality può svolgere un ruolo molto importante nel retail, soprattutto per settore dell’arredamento e del fai da te. Infatti alcune soluzioni come configuratori d’arredo, showroom virtuali ed avatar possono aiutare la forza vendita a proporre in modo innovativo i prodotti dell’azienda. I consumatori possono avare l’opportunità di provare i prodotti finiti prima dell’acquisto e ricevere informazioni aggiuntive che permettono loro una maggiore consapevolezza nella scelta.

Quest’attenzione alla realtà aumentata dimostra l’apertura della multinazionale francese nei confronti della tecnologia che speriamo possa presto tramutarsi in un trend di tutto il settore.

Experenti-leroy-merlin

 

LEROY MERLIN è il quarto operatore mondiale nel settore del bricolage; il secondo in Europa e il primo in Francia. Arrivata in Italia nel 1996, Leroy Merlin annovera ad oggi 48 punti vendita distribuiti su tutto il territorio nazionale per un fatturato di oltre 1,5 miliardi di euro. È presente in 12 Paesi con oltre 400 punti vendita.

experenti bpmLo scorso 23 novembre si è tenuto a Verona il workshop “Il finanziamento all’impresa innovativa: credito bancario e strumenti alternativi” organizzato da Banco BPM con la collaborazione dell’Ordine degli Avvocati di Verona. In questa occasione si è potuto discutere delle modalità di raccolta capitali delle start up che, soprattutto nella loro fase iniziale, necessitano di reperire velocemente risorse. Solo così riusciranno a realizzare il proprio progetto imprenditoriale e ad affermarsi nel mercato.

Non solo gli istituti di credito tradizionali possono sostenere le imprese innovative, ma sempre più si ricorre a nuove tipologie di raccolta di capitale come l’Equity Crowdfounding che consiste nella richiesta di risorse monetarie ad una grande folla di persone interessate al progetto. Questa pratica avviene solitamente tramite Internet e si può configurare come una sorta di micro-finanziamento proveniente dal basso.

Anche noi di Experenti abbiamo partecipato all’evento ed abbiamo presentato la nostra realtà aziendale come caso studio. Experenti è riuscita a convincere il sistema bancario tradizionale proponendo un business plan solido ed un prodotto che è piaciuto fin da subito al mercato. Questo ha permesso alla nostra azienda di crescere velocemente e diventare una delle più interessanti realtà del settore.

Il CrossThink Lab è un evento interamente dedicato all’innovazione tenutosi l’8 novembre 2017 a Roma nella sede italiana di Takeda, multinazionale farmaceutica giapponese, concretamente interessata alle nuove tecnologie digitali. Il Lab è stato ideato da Davide Bottalico, Head of Digital di Takeda Italia, in collaborazione con Nicoletta Parenti, Local Procurement Partner. Un’occasione di confronto tra i propri business unit manager ed i partner commerciali, al fine di favorire la “contaminazione” e la diffusione di idee innovative.

In questo evento la multinazionale ha lanciato una sfida ai suoi fornitori che si traduce con un semplice imperativo: “Sorprendeteci”. Le aziende partecipanti quindi hanno portato le loro più interessanti innovazioni, applicabili all’area di interesse di Takeda.

In seguito al successo di Visiomedic, app realizzata da Experenti per Takeda, abbiamo ricevuto l’invito a partecipare all’evento come ospiti. Durante la mattinata abbiamo mostrato le nostre tecnologie ai partecipanti, molto entusiasti e divertiti dall’esperienza. Tutti i manager (dal Medical Affair al Legal, dal Compliance al Marketing, …) hanno avuto la possibilità sia di indossare il visore ed immergersi nel mondo virtuale, sia di provare le nostre app in Augmented Reality. Nel pomeriggio abbiamo presentato i nostri nuovi progetti per Takeda che verranno affrontati nel 2018, e permetteranno di rafforzare la partnership con questa lungimirante azienda.

Il CEO di Experenti Amir Baldissera ha dichiarato: “Siamo molto soddisfatti della sinergia con Takeda, in quanto questa partnership può portare benefici anche per il servizio al paziente. La realtà aumentata, infatti, può rendere la comunicazione con il medico più fruibile e più coinvolgente, in modo da ridurre i possibili errori clinici ed aumentare l’efficacia delle cure per i pazienti. Questo rende il nostro lavoro ancora più gratificante”.

“Oggi – aggiunge Davide Bottalico –  è fondamentale saper cogliere tutte le possibilità offerte dalla tecnologia, per sviluppare e accrescere la qualità delle iniziative e delle soluzioni offerte ai pazienti e agli operatori sanitari. Il Takeda CrossThink Lab nasce esattamente con questo obiettivo”.

experenti takeda

Takeda è tra le prime 20 aziende farmaceutiche del nostro Paese e la prima in Giappone. L’Azienda utilizza le biotecnologie più innovative in Oncologia e in Gastroenterologia, continuando a mantenere l’attenzione sulle cure primarie.

Il Gruppo ha oltre 700 prodotti in portfolio nelle aree: cardiovascolare e metabolica, oncologia, SNC, gastroenterologia e vaccini. In Italia, il portfolio include farmaci per: carcinoma prostatico e mammario, linfoma di Hodgkin, osteosarcoma, colite ulcerosa e malattia di Crohn, diabete, ipertensione, endometriosi, sigillo ed emostasi dei tessuti, esofagite e ulcera peptica.

Siamo stati selezionati tra le aziende più innovative italiane per partecipare alla sesta edizione dell’Italian Tech Tour.
L’evento si articolerà in due giornate e in due diverse città d’Italia.
Il giorno 15 novembre saremo a Torino ed il 16 a Roma.

In accordo con il diverso DNA delle due città le giornate avranno dei focus diversi. Mentre a Torino si parlerà di Industry 4.0 e Smart Cities, a Roma ci si focalizzerà su Health e ICT.

Ecco i dettagli rilasciati dall’organizzazione dell’evento

ItaliaRestartsUp 2016

Experenti parteciperà alla prossima edizione dell’evento che si terrà in concomitanza di Smau Milano il 25 ed il 26 ottobre prossimi.

All’edizione 2015 hanno partecipato 102 startup italiane e 54 investitori esteri dei seguenti paesi: Argentina, Belgio, Brasile, Canada, Cina, Corea del Sud, Francia, Germania, Hong Kong, Israele, Lettonia, Russia, Arabia Saudita, Spagna, Svizzera, Taiwan, Tunisia, Turchia, Regno Unito, Stati
Uniti d’America.

Presenti anche 14 investitori italiani, 17 incubatori e 5 agenzie di sviluppo territoriale.

Oltre 870 gli incontri organizzati da ICE-Agenzia sulla base di agende personalizzate.

Experenti è tra le 8 startup italiane selezionate per rappresentare l’Italia alla Borsa di Istanbul.

Quindi il 13 ottobre, il nostro CEO – Amir Baldissera – proporrà ad una ricca platea di business angels ed investitori la piattaforma Experenti con l’obbiettivo di catturarne l’interesse.

L’evento consisterà in una pitching session nella quale Experenti e le altre startup selezionate si presenteranno ad una platea di investitori locali e internazionali altamente selezionata e altamente motivata.
La sessione avrà luogo all’interno della sede della Borsa di Istanbul. Al termine delle presentazioni ci saranno gli incontri B2B con le controparti turche interessate.
L’iniziativa è organizzata da ITA e ICE (le agenzie governative deputate a sostenere l’internazionalizzazione delle aziende italiane) con lo scopo di iniziare a costruire un ponte con realtà di investimento turche che hanno espresso la volontà di incontrare le migliori startup innovative italiane.

Di fatto Turchia è una delle start up nation emergenti ed è noto che per l’area EMEA Istanbul rappresenta un punto di riferimento. La comunità degli investitori turca, tra business angels e venture capital fund, è una delle più attive dell’area ed ormai ben strutturata. Gli eventi, fiere e conferenze sull’innovazione sono moltissimi e molto spesso appoggiati da istituzioni internazionali, basti pensare al Webit di Novembre che si terrà sempre ad Istanbul (http://www.globalwebitseries.com/emea/ ).

I motivi sono tanti: è un paese con una popolazione giovane, quasi la metà sotto i 30 anni; buone università; una città come Istanbul di 14 milioni di abitanti e che ha tutte le carte in regola per competere con capitali come Londra o Berlino. Ma la Turchia è di per sé un brand: quello di un Paese collocato fra Europa e Asia che fa da baricentro nel Mediterraneo.

ITA/ICE hanno scelto di sviluppare il progetto in collaborazione con BPMI – Borsa Istanbul Private Market (www.bistprivatemarket.com/) perché l’organizzazione in questione ha a disposizione un ampio network di business angel investor, qualified investor e private capital fund.

“Inutile nascondere la grande soddisfazione di essere stati scelti tra le migliori startup innovative in Italia.” Sottolinea Amir Baldissera.
“Forse non sono tante le aziende che fanno vera innovazione in Italia, ma quelle che ci sono competono – e spesso spiccano – a livello globale.
Credo che Experenti sia stata scelta proprio perché rappresentiamo un tipo di innovazione che ti aspetteresti di veder sviluppata altrove (Sillicon Valley o simili) ed invece la nostra produzione e ricerca è tutta in provincia di Padova.
Adesso non ci resta che tenere alta la nostra bandiera e portarci a casa quell’effetto wow che di solito sintetizza le nostre presentazioni.”