Massimiliano Carrara, Responsabile Automazione di Belotti S.p.A., ci racconta quali benefici può portare la realtà aumentata al settore delle macchine utensili e in che modalità può essere implementata per  migliorare la manutenzione dei macchinari.

Ecco l’intervista che ci ha rilasciato all’ultima edizione della Fiera Mecspe di Parma.

Experenti a MECSPE 2019

Anche quest’anno Experenti parteciperà alla fiera MECSPE di Parma ospitata allo stand di Siemens Italia (Padiglione 2 – Stand L21).
Dal 28 al 30 marzo 2019 i visitatori potranno provare dal vivo le diverse soluzioni di realtà aumentata e realtà virtuale sviluppate per aumentare le performance del settore delle macchine utensili.

Con più di 2.000 espositori ed oltre 50.000 visitatori attesi, la MECSPE di Parma, giunta ormai alla diciottesima edizione, è una delle fiere di riferimento dell’industria manifatturiera, che ogni anno ospita le migliori innovazioni del settore. Durante la manifestazione le tecnologie di produzione 4.0 avranno un ruolo dominante, in quanto stanno evolvendo il mondo dell’automazione, rendendo le industrie sempre più interconnesse.

Tra gli strumenti presentati da Siemens che migliorano la produttività delle smart factories -nell’ottica di Industria 4.0 – c’è anche la Realtà Aumentata. Questa tecnologia può essere immediatamente implementata nei macchinari industriali, soprattutto per la manutenzione delle macchine utensili.
I maggiori benefici che porta questa tecnologia riguardano l’incremento della produttività, grazie allo snellimento dei flussi di lavoro, ed alla semplificazione delle operazioni di riparazione.
L’AR:

  1. fornisce agli addetti dati analitici e predittivi generati dalla macchina tramite il controllo numerico Siemens SINUMERIK,
  2. li guida visualmente in tempo reale all’effettuazione delle riparazioni e, condividendo ciò che viene inquadrato con il tablet industriale Siemens SIMATIC ITP1000,
  3. li mette in contatto con esperti che possono aiutarli ad ottimizzare le procedure. Questo permette, in alcuni casi, di effettuare le “riparazioni” a distanza, senza dover per forza recarsi presso lo stabilimento produttivo dell’azienda cliente.

Allo Stand di Siemens sarà inoltre possibile vivere anche un’esperienza in realtà virtuale con il visore, appositamente progettata per la formazione degli addetti. Infatti la virtual reality può ricreare l’ambiente di lavoro o particolari situazioni più complesse, in cui l’operatore può apprendere le procedure ovunque, anche lontano dagli stabilimenti di produzione. Questo garantisce una maggiore efficacia delle sessioni di training rispetto ai metodi tradizionali e riduce allo stesso tempo i rischi in quanto le sessioni di addestramento si svolgono in tutta sicurezza.

Vuoi scoprire come applicare realtà aumentata e realtà virtuale in campo industriale?

vr-experience

accademia digitale

Martedì 13 marzo 2018 abbiamo parlato di Realtà Aumentata e Realtà Virtuale al Politecnico di Milano. Il CEO di Experenti, Amir Baldissera, ha illustrato queste innovative tecnologie ad una platea di 20 promettenti ragazzi selezionati per Siemens Accademia Digitale.

Si tratta di un progetto promosso da Siemens, in collaborazione con il Career Service del Politecnico di Milano, che ha studiato un percorso stimolante sia di approfondimento delle tecnologie e dei business del prossimo futuro. Gli studenti selezionati avranno la possibilità di partecipare a dieci incontri con manager interni a Siemens e da ospiti esterni che porteranno i propri business case e tratteranno delle principali tematiche legate alla digital transformation (leadership digitale, building automation, Big data, IoT, realtà aumentata e realtà virtuale per lo Smart Manufacturing).

I 20 ragazzi, tutti con un background ingegneristico, si trovano alla fine del proprio percorso di studi e si stanno quindi affacciando al mondo del lavoro. Stanno affrontando un periodo di importanti decisioni nel quale delineeranno quale sarà la loro carriera. A tal proposito, Siemens Accademia Digitale permette di acquisire competenze fondamentali per i lavori del futuro e offre la possibilità, ai giovani coinvolti nel percorso, di scoprire Siemens e le opportunità che l’azienda offre.

La lezione tenuta al Politecnico ha permesso agli studenti di apprendere come implementare la mixed reality per la Smart Manufacturing e di scoprire i principali progetti AR e VR che Experenti ha realizzato in collaborazione con Siemens. Il riscontro è stato molto positivo, infatti i ragazzi hanno manifestato interesse per queste tecnologie, partecipando attivamente con domande e curiosità.

accademia digitale

infografica-realta-aumentata

La realtà aumentata arriva al MECSPE, vieni a scoprirla

 

Durante questa edizione del MECSPE che si terrà a Parma dal 22 al 24 marzo 2018, saremo ospitati da Siemens SPA (Padiglione 2, Stand J15) per far conoscere a tutti i visitatori le potenzialità di Realtà Aumentata e Realtà Virtuale applicate al mondo industriale.

Con più di 3.000 espositori all’attivo, il MECSPE di Parma è una delle fiere di riferimento del mondo industriale, che ogni anno ospita le migliori innovazioni del settore. Con il motto “Digitalization in Machine Tool Manufacturing” Siemens presenta il proprio portfolio di soluzioni e strumenti digitali che facilitano l’evoluzione delle aziende manifatturiere verso la smart factory e verso processi produttivi più efficienti e sostenibili nell’ottica di Industria 4.0.  Tra gli strumenti facilmente implementabili nei macchinari industriali, al fine di incrementarne la produttività, c’è la Realtà Aumentata.

In particolare, presso lo stand Siemens, l’attenzione sarà focalizzata su come migliorare la manutenzione delle macchine utensili attraverso la Realtà Aumentata (AR).  L’AR fornisce agli addetti dati analitici e predittivi generati dalla macchina tramite il controllo numerico SINUMERIK, li guida visualmente in tempo reale all’effettuazione delle riparazioni (tramite video o istruzioni interattive) e, condividendo ciò che viene inquadrato con il tablet industriale Siemens, li mette in contatto con esperti che possono aiutarli ad ottimizzare le procedure. Pertanto è possibile anche effettuare le riparazioni a distanza, senza dover per forza recarsi presso lo stabilimento produttivo dell’azienda cliente per la manutenzione.

In questo breve schema sono sintetizzati tutti i benefici portati dalla realtà aumentata applicata all’industria (Fonte: Harvard Business Review Italia):

infografica-realta-aumentata

Inoltre, in ogni giornata della manifestazione parteciperemo con un intervento sulla Realtà Aumentata e Realtà Virtuale al fitto programma di speech studiato da Siemens per i visitatori e a partecipazione libera.  Per aggiornamenti sugli speech, vi consigliamo di tenere d’occhio le nostre pagine social, nelle quali anche vi racconteremo in diretta la nostra “avventura” al MECSPE! (Facebook, Linkedin e Instagram)

Venite a trovarci, vi aspettiamo numerosi!

mecspe

 

Follow us on

      

 

realta-aumentata-manutenzione

realta-aumentata-manutenzioneLa Realtà Aumentata è molto utile per la manutenzione di impianti e dei macchinari industriali in quanto permette di migliorare complessivamente il servizio post-vendita. Infatti tramite dei dispositivi come tablet o smart glasses, è possibile facilitare e velocizzare le operazioni di assistenza tecnica, riducendo sensibilmente gli errori ed i costi sostenuti.

L’AR fornisce agli addetti alle riparazioni dati analitici e predittivi generati dal macchinario, li guida visualmente in tempo reale all’effettuazione delle riparazioni (tramite video o istruzioni interattive) e, condividendo ciò che viene inquadrato con il tablet, li mette in contatto con esperti che possono aiutarli ad ottimizzare le procedure. Pertanto è possibile anche effettuare le riparazioni a distanza, senza dover per forza andare allo stabilimento produttivo dell’azienda cliente per la manutenzione.

Le aziende che hanno implementato la realtà aumentata per il servizio di assistenza tecnica hanno registrato una riduzione dell’11% sui costi complessivi di assistenza, e del 17% nei tassi di errore, a fronte di un netto miglioramento nella qualità delle riparazioni. I tassi di riparazione al primo intervento sono aumentati del 67% e l’efficienza dei tecnici è cresciuta del 20%. Inoltre il tempo medio che occorreva per risolvere un problema si è ridotto di 2 ore, con una conseguente diminuzione del fabbisogno di personale.

Per quanto riguarda le riparazioni a distanza, il tasso di risoluzione dei problemi tecnici da parte dei clienti senza bisogno di interventi on site è cresciuto del 76%, riducendo anche i costi di viaggio a carico dell’azienda e minimizzando i fermi tecnici causati dai guasti a carico dei clienti. Questo ha permesso un aumento del 95% dei tassi di customer satisfaction.

 

Fonte: Porter, M. E., & Heppelmann, J. E. (2017, Novembre). Perchè a ogni organizzazione occorre una strategia per la realtà aumentata. Harward Business Review Italia, 13-25.

siemens-realtà-aumentata

Siemens, società multinazionale tedesca leader mondiale nelle tecnologie d’eccellenza, ha chiuso il 2017 con risultati molto positivi (fatturato di 83 miliardi in tutto il globo, 2 dei quali solo in Italia). Ma nell’ultimo Open Lab, più che parlare di risultati passati, si è parlato di prospettive future. Infatti sono state presentate una serie di nuove tecnologie digitali che potranno generare livelli di prestazione elevatissimi per le aziende clienti. Grazie all’esperienza nell’elettrificazione, nell’automazione e nella digitalizzazione, Siemens mira a convertire al digitale tutto il sistema industriale. Gli strumenti forniti da Siemens permettono di raccogliere i dati dei macchinari o impianti, e di analizzarli per ottimizzare le proprie operazioni.

A tal proposito Siemens ha presentato un applicativo basato sulla realtà aumentata, realizzato in collaborazione con noi di Experenti ed incorporato nel tablet industriale Simatic. L’operatore, attraverso il tablet può scansionare il macchinario desiderato, potendo accedere ad informazioni in 2D, in 3D o anche mediante video che evidenziano le caratteristiche di funzionamento del componente analizzato. Tutto ciò permette di velocizzare le operazioni di diagnostica e manutenzione della macchina stessa, riducendo errori, costi e tempi per le operazioni di assistenza tecnica.

Noi di Experenti siamo molto orgogliosi di dare anche il nostro contributo a questo processo di innovazione digitale promosso da una grande azienda come Siemens. In futuro speriamo ci siano altre occasioni per collaborare insieme al fine di portare la nostra mixed reality al servizio dell’industria 4.0

siemens-realtà-aumentata

 

Siemens è una multinazionale tedesca che si distingue da oltre 165 anni per eccellenza tecnologica, innovazione, qualità, affidabilità e presenza internazionale. L’azienda è attiva in più di 200 Paesi e si focalizza nelle aree dell’elettrificazione, automazione e digitalizzazione. Presente nel nostro Paese dal 1899, Siemens è una delle maggiori realtà industriali attive in Italia con due stabilimenti produttivi, centri di competenza su software industriale e mobilità elettrica e un centro tecnologico applicativo a Piacenza.

MARTA realtà aumentata Volkswagen

La nuova assistente dei meccanici Volkswagen che usa la realtà aumentata si chiama MARTA, ma non è una donna: è un nuovo sistema che aggiunge preziose informazioni digitali ad un contesto reale specifico, quello della manutenzione e riparazione delle automobili, il cui nome è formato dalle iniziali dell’espressione Mobile Augmented Reality Technical Assistance.

MARTA è dunque un’applicazione in realtà aumentata sviluppata per i tablet da Metaio, che l’ha recentemente presentata alla grande conferenza InsideAR, tenutasi a Monaco il 10 e l’11 ottobre scorsi. Progettata in particolare per la manutenzione del modello XL1 della celebre casa automobilistica tedesca Volkswagen, MARTA risponde alla necessità di avere sempre a disposizione informazioni aggiornate e dettagliate sulle componenti e le caratteristiche specifiche delle nuove automobili, la cui complessità cresce con l’aumentare del livello di qualità. La realtà aumentata consente di superare i limiti dei manuali di istruzioni statici, proiettando etichette digitali e altre informazioni multimediali direttamente sulle immagini dell’automobile reale, e guidando l’utente nell’azione passo dopo passo.

MARTA realtà aumentata Metaio

MARTA mostra le componenti della Volkswagen XL1 in 3D grazie alla realtà aumentata. Fonte: http://www.metaio.com/press/press-release/2013/volkswagen-marta-augmented-reality-service-support/

Nel caso dei tecnici e dei meccanici Volkswagen, MARTA inizia con l’elenco degli strumenti necessari per il lavoro e la sequenza delle operazioni; ognuna di queste viene avviata dopo l’inizializzazione, cioè dopo che la precisa silhouette dell’auto mostrata dall’applicazione sullo schermo del tablet viene fatta coincidere con la posizione reale della XL1, per permettere al tecnico di assumere la giusta posizione. A quel punto, inquadrando la zona d’interesse, MARTA mostrerà le componenti in versione 3D sul dispositivo, e illustrerà in modo dinamico le singole operazioni, guidando il lavoro con istruzioni step by step.

La realtà aumentata si rivela sempre più spesso la tecnologia interattiva più efficace per aggiornare o sostituire i manuali di istruzioni, soprattutto nei settori dinamici e in continua evoluzione come quello dell’automobile.

Fonte: http://www.metaio.com/press/press-release/2013/volkswagen-marta-augmented-reality-service-support/