You enter a cafè and the background song is not new to you, but a memory lapse is preventing you from remember title and singer. It’s on the tip of your tongue, but it seems impossible to recall it. How to do? Of course turning on Shazam, the mobile app that recognizes music. But what if you want to know more about a place or maybe a painting? From now you can use Shazam for this too.

The news came out at the beginning of the year: the Shazam Team was working on a new feature to recognize not only music but objects too. Now this function is reality thanks to its latest update: the famous music recognition app now can read objects, QR codes, products and advertising through our smartphones’ camera.

Basically it will be possible, wherever Shazam’s logo will be visible, to just focus the product and open links to related pages or to see special contents created with Augmented Reality appear; this new feature is called “Visual Shazam” and it’s available in free download for iPhone and iPad.

The Londoner company for the occasion partnered with some important brands, as Time, Condé Nast , Levi’s, Guerlain, Hearst, Harper Collins and, last but not least, with Disney for the promotion of their new movie, “Tomorrowland.”

shazam-visual-shazam-object-recognition-750x421

Moreover, the company wants to adapt this new technology to the world of wearables, e.g. smartwatches.

What for Shazam is a news, for Experenti has been reality for some time: it’s called Experiential Marketing and it’s the field in which we are specialized from many years, connecting Marketing strategies to Augmented Reality. You want to try yourself the technologies we are talking about? You just need our app (freely available for Android and iOS), a smartphone and our Media Kit: focus our material and be prepared for the surprise 😉

Entrate in un bar e la canzone in sottofondo non vi è nuova, ma un vuoto di memoria vi impedisce di ricordarne titolo e autore. Ce l’avete sulla punta della lingua, ma proprio non c’è verso di farvela tornare in mente. Come fare? Ovviamente accendendo Shazam, l’app mobile che riconosce la musica. E se invece si trattasse di un luogo o magari di un quadro? Da adesso potrete usare Shazam anche per questo.

Lo avevamo già annunciato in un precedente articolo e finalmente ora questa funzione è disponibile: Shazam, la celebre app di riconoscimento musicale, con l’ultimo aggiornamento è in grado di riconoscere oggetti, codici QR, prodotti e pubblicità tramite la telecamera del nostro smartphone.

In pratica sarà possibile, dove presente il logo Shazam, inquadrare il prodotto ed aprire link di pagine ad esso collegate o veder apparire contenuti speciali in Realtà Aumentata; questa nuova feature si chiama “Visual Shazam” ed è disponibile da scaricare gratuitamente per iPhone ed iPad.

La compagnia londinese ha attivato per l’occasione diverse importanti collaborazioni, tra cui quelle con Time, Condé Nast , Levi’s, Guerlain, Hearst, Harper Collins e, ultima ma non ultima, quella con Disney per la promozione del suo nuovo film, “Tomorrowland.”

shazam-visual-shazam-object-recognition-750x421

Inoltre, la compagnia vuole adattare questa nuova tecnologia anche al mondo dei gadget indossabili, come ad esempio gli smartwatches.

Quel che per Shazam è una novità, per noi di Experenti è realtà già da tempo: si chiama Marketing Esperienziale ed è il campo nel quale operiamo da diversi anni, unendo strategie di Marketing alla Realtà Aumentata. Volete provare con mano quello di cui stiamo parlando? Vi bastano la nostra app (disponibile gratuitamente per Android e iOS), uno smartphone ed il nostro Media Kit: inquadrate e preparatevi a rimanere a bocca aperta 😉

La realtà aumentata fa il suo ingresso in casa Apple con iOS 9!

iOS 9 Proactive realtà aumentata

L’azienda di Cupertino introdurrà nel nuovo sistema operativo la funzione Proactive, che insieme ad una nuova interfaccia grafica in realtà aumentata, renderà i dispositivi Apple più versatili e interessanti.

Le intenzioni dell’noto brand sono quelle di muoversi nella stessa direzione del sistema operativo Android, infatti le novità introdotte sembrerebbero essere molto vicine a quello che già offre Google Now.

Proactive renderà Siri un’ assistente personale più intelligente, unendo le funzioni che già offre, le funzioni della rubrica, del calendario, di passbook e quelle delle applicazioni esterne, il nuovo sistema operativo sarà in grado di fornire all’utente notizie estremamente utili in modo tempestivo.

Obiettivo di iOS 9 è quello di agevolare la nostra vita quotidiana, per fare un esempio immaginiamo di essere bloccati nel traffico e ignoriamo totalmente entro quanto potremmo raggiungere la meta del nostro arrivo, niente panico! La risposta ce la darà  il nostro Iphone con le sue nuove funzioni, infatti questo potrà fungere da navigatore e sarà in grado di informarci in real time sullo stato del traffico e calcolarci il relativo tempo di impiego per raggiungere il nostro punto d’interesse, oppure ancora dobbiamo spostarci in aereo e vogliamo tenerci aggiornati sugli stati dei voli? Con iOS 9 si può!

Ma le novità non finiscono qui, il nuovo sistema sarà perfettamente integrato con l’applicazione Mappe, consentendoci di visualizzare i luoghi d’interesse personale in tre dimensioni, tutto ciò grazie all’ausilio della tecnologia della realtà aumentata.

Quella che però risulta essere la novità più stupefacente è l’integrazione con App terze, integrazione che certamente si evolverà grazie alle API breadcrumbs che gli sviluppatori potranno utilizzare nelle proprie app, per fa si che queste siano perfettamente integrate con Proactive.

Ciò consentirà di avere un vero e proprio assistente personale che conoscerà perfettamente le abitudini dell’ utilizzatore del dispositivo mobile Apple, per capirci se un utente abitualmente si collega a Twitter alle 10.00 del mattino, a quella stessa ora troverà un collegamento rapido all’App, oppure se è solito effettuare una chiamata ad un determinato contatto presente nella sua rubrica in un giorno e ad un orario specifico  troverà presente un pulsante “chiama contatto”.

Che dire con l’ingresso di proactive e la realtà aumentata negli Iphone, cosa si potrebbe desiderare di più dal proprio dispositivo?