Una piattaforma che permetta ad agenzie, brand ed editori di creare i propri contenuti in realtà aumentata? Avete capito bene: si chiama Plattar ed è ciò che promette l’omonima startup australiana, adesso appoggiata economicamente anche da un grande investimento del colosso News Corp.

La notizia ha fatto il giro del mondo qualche giorno fa: la News Corp Australia, divisione australiana di uno dei quattro giganti della comunicazione USA, ha investito 843 mila dollari nella startup per entrare in affari nel mondo della realtà aumentata.

Plattar è una piattaforma in cloud composta principalmente da due parti: la prima è un programma per la creazione di app con possibilità di scelta tra diversi template, mentre l’altra è un content management system che permette di gestire contenuti a realtà aumentata. News Corp ha investito in questo secondo settore.

Un progetto di test mostra il potenziale della tecnologia proprio riguardo News Corp: Plattar ha usato la piattaforma per creare una “customer experience nuova di zecca” nella quale gli utenti possono scansionare le pubblicazioni News Corp in cerca di proprietà in vendita o in affitto e poi sfruttare la realtà aumentata per vederle in 3D all’interno della mappa.

Le motivazioni che hanno portato News Corp Australia a investire in Plattar, tuttavia, esulano dalla pura passione per le tecnologie visionarie, rimanendo decisamente legate alla realtà; sembra infatti la compagnia abbia bisogno di una spinta ai suoi affari: i dati di revenue parlano di un 20% in meno di profitti dall’inizio dell’anno, un -3% nel settore dei quotidiani. Pensando alle previsioni riguardanti realtà aumentata e virtuale, si capisce bene perché il grosso investimento sia ricaduto proprio su queste: un report di DigiCapital prevede che il mercato della realtà aumentata negli USA arrivi a 150 miliardi di dollari entro il 2020.

La realtà aumentata applicata al mondo dell’editoria non è certo una novità: senza andare a enumerare progetti più o meno piccoli e rimanendo nell’ambito di grandi nomi, possiamo per esempio pensare a Google e ai suoi brevetti per libri con contenuti aumentati.

In tal senso, diverse sono le iniziative legate non solo alla letteratura, ma anche al mondo del fumetto; tra queste spicca per originalità della storia e alto livello tecnologico la saga “Faster Than Light“, in prima pagina proprio in questi giorni sulle riviste di settore per via di un adattamento televisivo.

Faster Than Light è un fumetto di fantascienza che parla delle prime, appassionanti avventure del genere umano a spasso tra le stelle: l’uomo scopre un metodo per viaggiare alla velocità della luce ed esplorare lo spazio, ma non tutto va come auspicato. A metà tra avventura e divertimento, le storie create da Brian Haberlin e Geirrod Vandyke non rimangono imprigionate nel mondo bidimensionale, utilizzando a loro volta un pizzico di fantascienza: grazie all’app a realtà aumentata firmata Anomaly, i personaggi e le ambientazioni prendono vita di fronte agli occhi del lettore. Il fumetto è pubblicato da Image Comics, Shadowline, e ha ricevuto diversi award.

Adesso, dato il successo avuto dalla serie, presto al suo 6° e 7° volume, Skydance Television ci ha messo gli occhi su e ha deciso di fare un ulteriore passaggio verso la realtà, questa volta non aumentata ma filmata.

L’esilarante universo fantascientifico che Brian Haberlin ha creato in Faster Than Light comprende una narrativa viva, che respira e noi crediamo che calzi a pennello per il pubblico televisivo e che sia precisamente il tipo di storia coinvolgente e interessante che amiamo raccontare su Skydance” ha detto Marcy Ross, Presidente di Skydance Television.

Un passaggio quasi obbligato per una serie di fumetti così all’avanguardia e unico nel suo genere.

Dopo gli esperimenti con i “libri che non possono essere stampati” Google non accenna a fermarsi: rimaniamo in ambito letture e tecnologia, questa volta con la registrazione di due idee che mettono in gioco anche la realtà aumentata.

I due brevetti, registrati originariamente nel Gennaio 2015 al USPTO (United States Patent and Trademark Office, l’Ufficio Marchi e Brevetti USA), riguardano altrettante tecnologie legate al mondo dei libri.

Il primo registra l’idea per un “interactive book“, un libro interattivo, descritto all’interno del documento anche come “dispositivo per lo storytelling“. Come possiamo leggere nell’abstract, questo dispositivo è composto da componenti elettronici quali sorgenti di luce, speakers, un proiettore video o uno schermo, ed è configurato per stabilire una connessione con un libro interattivo, fornendo un potenziamento della storia presente nel libro stesso grazie agli effetti elettronici.
In pratica si tratta di volumi che presentano sensori di movimento e pressione abbinati a un dispositivo di forma rotonda che va a inserirsi nella costa del libro e che proietta immagini olografiche a mano a mano che si legge la storia, accompagnandole con suoni e musiche per meglio ricreare l’ambientazione.

Il secondo brevetto, invece, è relativo a un “Media enhanced pop-up book“, cioè un libro pop-up potenziato dalla presenza di dispositivi tecnologici. Leggendo il documento registrato, scopriamo che Google ha pensato a un libro fisico composto di pagine pop-up che appaiono anche sullo schermo di un dispositivo. Il libro avrà per ogni pagina una pagina secondaria che si aprirà in verticale e immagini aggiuntive appariranno sul dispositivo mobile abbinato. Si tratta di una tipologia di libro che vede una realtà aumentata ancora non così avanzata come nel primo caso, che prevede un micro-proiettore.

Ovviamente stiamo parlando di brevetti, dunque non è detto che i prodotti vengano poi creati e immessi sul mercato. Ciò nonostante queste due idee, se unite alle sperimentazioni sui libri che non si possono stampare, dicono molto su uno dei campi di interesse di Google.

La Realtà Aumentata cambia forma

Con Experenti non ci sono limiti

Scarica l’app, avviala e inquadra. L’esperienza aumentata assume la forma che vuoi tu.

 

Realtà aumentata cambia forma

Più di mille parole vale, l’esperienza vissuta.

Scaricate l’app Experenti disponibile gratuitamente per Android e Ios, lanciatela e inquadrate l’immagine.

Buon divertimento.

Ps. qualche idea su come applicarlo al vostro business?

Pronti per una nuova WOW experience?

Disponibile da oggi la nuova piattaforma di realtà aumentata di Experenti

In questi mesi abbiamo lavorato duramente per potervi lasciare ancora una volta senza parole.

 

Abbiamo rivisto la nostra piattaforma per renderla ancora più emozionante ed efficace.

Experenti realtà aumentata

Le novità sono molte, ma non vogliamo rovinarvi la sorpresa e quindi ecco  il link da cui potete scaricare le nuove schede:

http://www.experenti.com/mktg/SchedeExperenti2015.pdf

Experenti è disponibile gratuitamente per dispositivi Android e IOS

 

Scopriamo la realtà aumentata

Scopriamo la realtà aumentata

Il 12 maggio, nella splendida location di Ca’ della Nave, il team di Experenti ha incontrato un folto gruppo di agenzie e professionisti della comunicazione per spiegare loro le opportunità che la Realtà Aumentata apre.

Il pomeriggio è stato intenso, si è parlato di advertising, packaging e di molti altri contesti dove l’utilizzo della piattaforma Experenti ha già avuto interessanti applicazioni.

L’incontro del 12 maggio è stato il numero zero di un nuovo format di formazione che ripeteremo in varie altre sedi per soddisfare la grande curiosità che circola attorno al tema dell’augmented reality.

 


 

Experenti aumenta l'esplorazione

Se siete utilizzatori di dispositivi Apple, potete assistere ad una nuova magia.

Abbiamo aggiunto un po’ di polvere magica alla realtà aumentata

Inquadrando con l’applicazione Experenti – gratuita su Itunes – la scheda del mondo verrete trascinati in una nuova dimensione fantastica.

Premendo i tasti che compaiono sulla sinistra dello schermo potrete controllare i corpi celesti, immergendovi in un’esperienza unica.

Pronti per partire per una nuova esplorazione?

Scaricate la scheda e  buon viaggio.

 

 

 

 

 

Guinness World Records 2014 realtà aumentata

Che effetto farà vedere il gatto con il pelo più lungo del mondo in realtà aumentata? O l’uomo più tatuato?

Le immagini che riempiono le pagine di uno dei libri più venduti al mondo, il Guinness World Records, sono indubbiamente spettacolari per definizione, ma l’edizione 2014 del volume ha addirittura uno strumento tecnologico in più per stupire. Un’applicazione mobile in realtà aumentata sviluppata sia per il sistema operativo Android che per iOS, infatti, aggiunge all’esperienza di lettura del libro degli effetti molto speciali.

app realtà aumentata "See it 3D" Guinness World Records

l’app in realtà aumentata “See it 3D” permette di scattare fotografie divertenti e condividerle con gli amici. Fonte: http://www.guinnessworldrecords.com/2014/seeit3d.html

Dopo averla scaricata sul proprio dispositivo, il lettore deve cercare le pagine sulle quali è stampato il logo dell’applicazione, e inquadrarle con la videocamera dello smartphone o del tablet: immediatamente sullo schermo appariranno i detentori dei vari record, umani o naturali, in una versione tridimensionale animata, oppure verranno visualizzati i contenuti video relativi ai primati in questione. Le figure curiose sono naturalmente moltissime, e un’altra funzione dell’app le rende interattive dando la possibilità di scattare foto agli amici in pose divertenti con le animazioni tridimensionali più spettacolari, per poi condividerle via posta elettronica e sui social network più popolari. Per farsi immortalare assieme alla donna più piccola del mondo, o alla cascata più alta, o al serpente più grande, basterà quindi avere il libro e uno smartphone a disposizione.
Esplorare le curiosità dei primati di tutto il mondo, da quelli classici ai più originali, diventa un’esperienza ancora più coinvolgente e da condividere, grazie ai contenuti in realtà aumentata da fruire su dispositivi mobile.

Fonte: http://www.guinnessworldrecords.com/2014/seeit3d.html

sistema solare in realtà aumentata di Experenti 2.0

Una nuova emozionante esperienza in realtà aumentata si aggiunge alla magia di Experenti 2.0!
I contenuti digitali dell’applicazione che trasformano il materiale cartaceo in un’avventura interattiva difficile da dimenticare si arricchiscono di una nuova animazione tridimensionale spettacolare.
Inquadrando con il proprio smartphone o con un tablet, dotati di sistema operativo Android, la scheda esemplificativa dei contenuti per il settore dell’editoria, si può scoprire un nuovo modo molto suggestivo di presentare concetti teorici e spiegarne il funzionamento tramite immagini dinamiche con le quali è possibile interagire: puntando la videocamera del dispositivo sull’immagine della Terra, appare immediatamente non solo il nostro pianeta in versione tridimensionale che ruota su sé stesso, ma anche la Luna mentre compie il suo moto di rivoluzione attorno alla Terra.

Terra e Luna in realtà aumentata Experenti 2.0

La Terra e la Luna che compie la sua rivoluzione in realtà aumentata di Experenti 2.0.

Per interagire in modo facile e divertente con questa rappresentazione, sono stati aggiunti nuovi elementi all’interfaccia dell’applicazione. Tre pulsanti virtuali sono collocati sul lato sinistro dello schermo: il primo, un cerchio pieno, indica, appunto, la Terra; il secondo è costituito da una Luna stilizzata, e una volta toccato, fa apparire in primo piano il nostro satellite naturale a tre dimensioni, con i caratteristici crateri sulla superficie, mentre la Terra viene relegata in secondo piano; il terzo raffigura un’orbita circolare, e serve per passare all’animazione più spettacolare di tutte, quella dell’intero sistema solare: toccando questo pulsante sullo schermo, infatti, la Terra e la Luna vanno a posizionarsi rapidamente sulle loro orbite, e al centro appare subito la grande sfera incandescente del Sole, seguita da tutti gli altri pianeti.

Mercurio, Venere, la Terra, Marte, il grande Giove, Saturno con i suoi anelli, Urano e Nettuno in realtà aumentata percorrono le loro orbite intorno al Sole, e, grazie alla straordinaria qualità delle animazioni tridimensionali, possono essere osservati uno ad uno avvicinandosi con il dispositivo o muovendo la scheda cartacea.

I nuovi spettacolari contenuti digitali di Experenti 2.0 aggiungono alla carta animazioni 3D con cui l’utente può interagire per comprendere al meglio messaggi e concetti, valorizzando così le grandi potenzialità della realtà aumentata nelle applicazioni dedicate alla didattica e all’intrettenimento.

Scarica gratuitamente Experenti 2.0 per Android

Un libro di fiabe per i bambini può contenere un intero mondo, un libro in realtà aumentata ne può contenere ancora di più. Le illustrazioni, che nei libri per ragazzi aiutano a rendere più familiari luoghi e personaggi, con la realtà aumentata diventano animazioni tridimensionali che rendono ancora più interattiva l’esperienza della lettura.
È il caso di “Two Left Feet”, libro per bambini scritto dall’inglese Adam Stower i cui personaggi prendono vita grazie ad un’applicazione mobile in realtà aumentata, sviluppata dallo studio d’animazione australiano Resin con la piattaforma BooKAPP. Compatibile con il sistema operativo iOS, l’applicazione dà la possibilità ai piccoli lettori di inquadrare con uno smartphone o un tablet le immagini stampate sulle pagine del libro, e vedere i protagonisti prendere vita e muoversi sullo schermo, nella forma di animazioni tridimensionali.

app libro realtà aumentata "Two Left Feet"

L’app in realtà aumentata che anima il libro per bambini “Two Left Feet”. Fonte: http://www.twoleftfeetapp.com/

 

Ecco che allora i bambini possono esplorare in modo dinamico la caverna scavata nella montagna in cui vive Rufus, un simpatico mostriciattolo che ha due piedi sinistri, ma nonostante questo ama ballare, e vederlo impegnato nelle avventure che lo porteranno a danzare nel castello sulla cima della montagna. Le immagini possono anche essere immortalate in una foto che può essere condivisa tramite posta elettronica o social network.
La realtà aumentata non trasporta il lettore in un luogo esclusivamente virtuale esterno al libro, ma porta in vita scene e personaggi a tre dimensioni facendoli restare ancorati alle pagine cartacee. I libri in realtà aumentata che diventano anche giochi non mancano, ma in questo caso ad essere valorizzata è proprio l’esperienza di lettura del libro cartaceo. L’applicazione, infatti, è stata sviluppata in modo da funzionare anche con le precedenti edizioni di “Two Left Feet”, pubblicato dalla casa editrice inglese Bloomsbury Publishing.
Dalla copertina fino alla fine della storia, dunque, la realtà aumentata arricchisce di contenuti animati il libro cartaceo, contribuendo anche a far avvicinare i bambini al mondo della lettura.

Fonte: http://www.twoleftfeetapp.com/