La Mixed Reality di Experenti ha avuto un ruolo da protagonista durante l’ultima edizione di Smau che si è tenuta a Padova. Ben due Premi Smau per l’Innovazione sono stati infatti assegnati a due nostri clienti promotori dell’innovazione digitale: Corà Parquet (vedi articolo) e Colorificio San Marco.

San Marco ha pensato di dotare i punti vendita Negozio Ideale con una serie di strumenti digitali che favoriscano il processo di acquisto da parte del cliente tra cui un’app in realtà aumentata ed un’esperienza in realtà virtuale. L’applicazione AR consente di inquadrare il tag specifico di una pittura per interni, per vedere apparire sul proprio smartphone un appartamento in 3D, scegliere quali stanze rinnovare e ricevere suggerimenti su prodotti e abbinamenti tra i colori. Per “vivere” il colore scelto o l’effetto desiderato direttamente all’interno di un appartamento 3D il cliente può indossare un visore VR, navigando tra sei stili di arredo (urbano, minimal, classico, moderno, naturale o contemporaneo) che ricreano ambienti quanto più vicini ai gusti dell’utilizzatore. In ogni scenario ci si può muovere tra soggiorno in open space con angolo cucina, camera da letto e bagno, per un totale di 18 stanze ultra realistiche con oltre 1.000 oggetti presenti all’interno. A seconda dello stile della propria abitazione, il cliente può sperimentare concretamente le soluzioni che più lo rappresentano tra oltre 250 tinte o decorativi visualizzabili.

Ad oggi, aderiscono al progetto di Negozio ideale 45 punti vendita diffusi su tutta Italia e si prevede l’inaugurazione di almeno altri 50 entro la fine del 2019. Si contano tra le 5 e le 10 postazioni di tecnologia di realtà virtuale tra Veneto, Puglia, Toscana e Sicilia; entro fine anno saranno installate circa 35-40 strumentazioni. I feedback per entrambe le innovative tecnologie sono stati positivi: secondo le statistiche pre-progettuali, infatti, il 53% di chi sperimenta la realtà virtuale è più propenso ad acquistare un prodotto del brand San Marco.

A San Marco è stato assegnato il Premio Smau per l’Innovazione nel settore Vernici. Annamaria Rizzato, Direttore Marketing di San Marco Group SpA, ha commentato: “Oggi nessun consumatore associa un marchio alla parola ‘colore’. Noi vogliamo diventare il punto di riferimento in questo senso, essere il marchio che tutti associano alle vernici colorate”.

 

La Mixed Reality di Experenti ha avuto un ruolo da protagonista durante l’ultima edizione di Smau che si è tenuta a Padova. Ben due Premi Smau per sono stati infatti assegnati a due nostri clienti promotori dell’innovazione digitale: Corà Parquet e Colorificio San Marco (vedi articolo).

Corà Parquet Live è un’app di realtà aumentata che permette di visualizzare la gamma di prodotti dei pavimenti in legno Corà Parquet direttamente sullo smartphone o sul tablet, inseriti nell’ambiente in cui ci si trova. È così possibile ottenere un’anteprima in tempo reale del risultato finale della posa.

Il progetto è attivo da circa tre anni e si è sviluppato con l’intento di offrire interfacce semplici e grande facilità di uso per promuovere il vasto catalogo parquet. Un primo risultato in termini di marketing e di immagine aziendale si è reso subito evidente. Successivamente si è verificato che Parquet Live ha contribuito a limitare sensibilmente i costi relativi alla produzione e gestione dei campioni per il cliente, e ha ridotto i tempi di decisione. Si può dunque affermare che Corà Parquet Live ha avuto un impatto significativo e positivo sulle modalità di vendita delle linee di parquet. Per il 2019 è previsto l’utilizzo della tecnologia Tagless, che renderà ancora più facile e immediato l’utilizzo dell’app per provare diversi legnami, parquet e colori.

A Corà è stato assegnato il Premio Smau per l’Innovazione per il settore Edilizia. Ettore Corà, Corà Domenico & Figli S.p.A. ha dichiarato: “L’idea è nata dall’incontro con i giovani di Experenti. Doveva essere un’attività di marketing e di immagine, abbiamo verificato che ottimizza tutto il processo di acquisto”.

Credits Il Corriere della Sera

Gli occhiali per la realtà aumentata di Apple non saranno pronti prima del 2020, lo ha rivelato l’analista Ming Chi Kuo confermando le indiscrezioni di Bloomberg. Gli “Apple Glass” saranno infatti un accessorio prodotto esclusivamente per iPhone, con cui saranno accoppiati con ogni probabilità attraverso un collegamento wireless.

L’interesse di Apple per la realizzazione di un suo occhiale per la realtà aumentata non è una novità, visto che l’azienda nel tempo ha acquisito realtà specializzate nella produzione di lenti. Tim Cook, CEO dell’azienda californiana, ha più volte sottolineato pubblicamente il grande valore intrinseco della realtà aumentata, addirittura superiore a quello della ben più diffusa (almeno per ora) realtà virtuale. 

Il mercato dei visori di realtà aumentata attrae molte grandi società ma è un settore molto più difficile di quello che sembra. Il flop dei Google Glass dimostra che anche le corporate possono inciampare, proponendo dei prodotti tecnologicamente avanzati ma che presentano molti problemi nell’uso quotidiano. 

Con la nuova app di Burger King gli utenti sono inviati a bruciare i manifesti pubblicitari della concorrenza. Ma non c’è da preoccuparsi: non ci sarà rischio di piromania perchè il tutto si potrà fare esclusivamente dallo schermo del proprio smartphone, grazie alla realtà aumentata!

L’iniziativa “Burn That Ad” lanciata in Brasile vuole incentivare l’uso dell’applicazione mobile del brand, utile per ordinare online e saltare la fila alle casse. I clienti non dovranno fare altro che inquadrare con l’app di Burger King i manifesti pubblicitari di McDonald’s e compagnia. Con la realtà aumentata i cartelloni si incendiano all’istante e si trasformano in una pubblicità di Burger King, con un’effetto wow spettacolare.

Oltre all’esperienza divertente, l’utente riceverà anche un buono per un Whopper gratis, spendibile nel ristorante più vicino..

Burger King non è nuova a campagne di guerrilla marketing contro i competitor. In questo caso la protagonista è la realtà aumentata, che dimostra tutto il suo potenziale per stupire le persone anche con iniziative non convenzionali.

Ecco qui il video che racconta la campagna “Burn That Ad”:

Questo trolley andrà bene come bagaglio a mano? A questa domanda Easyjet ora ha una nuova soluzione digitale: la realtà aumentata. Con l’aggiornamento di febbraio dell’applicazione è stata inserita la funzionalità inedita di misurazione del bagaglio utilizzando solamente la fotocamera del proprio telefono.

Il funzionamento è molto semplice: dopo aver scansionato il pavimento, sullo schermo comparirà l’immagine virtuale di un box 3D delle dimensioni massime richieste. Inquadrando poi il proprio bagaglio è facile vedere se gli ingombri rientrano nelle soglie limite.

L’app di Easyjet ha fatto subito tendenza, ed anche Momondo, una delle più famose piattaforme digitali per la ricerca di voli e hotel, ha oggi lanciato un’app molto simile per misurare il bagaglio a mano. In questo caso l’app misura il bagaglio, inquadrandolo con la fotocamera, e successivamente confronta le dimensioni con i requisiti della compagnia con cui si intende viaggiare.

Daniel Young, Head of Digital Experience di easyJet ha spiegato che l’azienda è “costantemente alla ricerca di innovazioni che contribuiscano a migliorare l’esperienza di viaggio dei passeggeri che scelgono di viaggiare con easyJet, e questa tecnologia ne è un esempio perfetto. L’innovazione è da sempre al centro della nostra strategia e continuiamo a investire sulle funzionalità della nostra app mobile […] per rendere più facile e divertente la preparazione al viaggio, cercando di eliminare tutti i possibili elementi di stress”.

App AR di Easyjet

“Sono ormai numerosi gli italiani che scelgono di esplorare l’Europa, e non solo, portando con sé solamente un bagaglio a mano. Tuttavia, ogni compagnia aerea ha un proprio regolamento per quanto riguarda le dimensioni dei bagagli consentiti a bordo. Per questo motivo volevamo creare una procedura semplice, veloce e trasparente che consentisse ai viaggiatori di misurare il proprio bagaglio, confrontarlo automaticamente con i requisiti previsti dal volo”, ha dichiarato Pernille Trolle Brøgaard, Director of Product Management di Momondo.

Quello dei bagagli a mano è uno dei problemi più sentiti dai viaggiatori, anche per via dei continui cambiamenti dei limiti e delle condizioni da parte delle società. Poter controllare in maniera semplice e intuitiva – e in poco tempo – se il proprio bagaglio soddisfi le condizioni è dunque un vantaggio davvero considerabile.

 

Da oggi a sabato 9 marzo, avrà luogo a Copenaghen la XIV edizione del Congress of ECCOEuropean Crohn’s and Colitis Organization. Durante la manifestazione, Takeda – azienda farmaceutica leader a livello mondiale nel campo delle malattie croniche infiammatorie dell’intestino – presenterà il “Virtual Lab” sviluppato da Experenti. Si tratta di un’esperienza in realtà virtuale, in cui è possibile simulare le fasi di coltura di cellule staminali utilizzate per la cura di alcune complicanze della Malattia di Crohn.

Il Congress of Ecco è il più importante evento mondiale sulle malattie infiammatorie croniche intestinali e, per la sua XIV edizione, approda al Bella Center di Copenaghen. Nei 4 giorni di lavori congressuali si susseguiranno moltissimi interventi, in cui verranno coinvolti i maggiori esperti internazionali del settore che approfondiranno le innovazioni mediche più recenti.

Nel progetto VR “Virtual Lab” che Experenti ha realizzato per Takeda, gli specialisti gastroenterologi potranno seguire in prima persona le colture di cellule staminali e vederle espandersi  dando vita,  in modo virtuale, alla prima terapia a base di cellule staminali mesenchimali allogeniche autorizzata dall’EMA, indicata per il trattamento delle fistole perianali complesse in pazienti adulti con malattia di Crohn. Indossando un visore e degli appositi controller è possibile immergersi in un laboratorio virtuale nel quale ci si può non solo muovere ed osservare, ma partecipare attivamente alle fasi di preparazione del farmaco. Gli specialisti, dunque, diventano parte del processo manifatturiero e possono comprendere appieno gli aspetti tecnico-logistici ed innovativi della terapia.

Con l’adozione di questa tecnologia, Takeda conferma il suo impegno non solo  nella ricerca e produzione di farmaci, ma anche a livello di innovazione tecnologica applicata al campo dell’edutainment.

Experenti ha ricevuto il Premio della Giuria dal Gruppo Lamberti, primaria industria chimica di livello internazionale, e da Digital Magics, il più importante incubatore di startup digitali “Made in Italy” attivo su tutto il territorio italiano.

All’Innovation Day, che si è tenuto al Talent Garden di Milano Calabiana il 28 febbraio, le start-up selezionate hanno potuto presentare soluzioni innovative per innovare la logistica e gestione del magazzino del grande gruppo chimico. I progetti potranno essere integrati nei sistemi dei magazzini di Lamberti per digitalizzarli, avviando partnership e collaborazione effettive in ottica di Open Innovation.

Experenti ha presentato un sistema di Virtual Training, per istruire gli addetti. Attraverso la simulazione virtuale possono infatti apprendere come movimentare le merci in tutta sicurezza prevenendo infortuni e situazioni pericolose che potrebbero verificarsi in magazzino. La maggior parte degli incidenti avviene a causa di impatti diretti provocati dalle attrezzature di movimentazione. A seconda della forza dell’urto, la scaffalatura può collassare subito o rimanere in piedi, ma con una minore capacità di resistenza facendo provocare così il crollo in caso di un secondo impatto. Per questo motivo è fondamentale che gli operatori dispongano della formazione e della preparazione adeguate al corretto utilizzo delle attrezzature.

Grazie a questa particolare attenzione al tema sicurezza, il nostro progetto in realtà virtuale ha ricevuto la menzione di merito della giuria che ha riconosciuto il potenziale della tecnologia applicato anche in questo contesto.