crescita-ar-vr

La spesa in mixed reality raddoppierà ogni anno fino al 2021

 

crescita-ar-vrÈ ormai evidente che realtà aumentata e virtuale ormai non sono più fantascienza. Secondo un’indagine di International Data Corporation (IDC), ente che studia le tecnologie innovative digitali, la spesa mondiale per servizi in AR/VR passerà dai 11,4 miliardi di dollari del 2017 a 215 miliardi di dollari nel 2021 con una crescita annua (CAGR) pari al 113,2%. Il mercato di visori, invece, passerà dalle 13,7 milioni di unità nel 2017 alle 81,2 milioni di unità nel 2021, con una crescita annua quindi pari al 56,1% (CAGR). Questi numeri sono molto importanti per il settore e sottolineano il crescente interesse per queste nuove tecnologie.

Per quanto riguarda il campo d’applicazione di realtà aumentata e virtuale a livello industriale mette in evidenza i settori che attirano la maggior parte degli investimenti nel 2017 e nel 2021. Nell’anno appena trascorso si collocano al primo posto le dimostrazioni in ambito retail (442 milioni di dollari), seguite dall’assemblaggio e la sicurezza on-site (362 milioni) ed infine dalla formazione del personale per i processi produttivi (309 milioni). Tra 4 anni, invece, lo scenario sarà completamente diverso. Infatti la classifica sarà guidata dalla manutenzione industriale (5,2 miliardi di dollari), al secondo posto le infrastrutture pubbliche (3,6 miliardi) e le dimostrazioni retail che scendono al terzo posto (3,2 miliardi).

Fonte: Virtual Reality Headsets Expected to Drive Near-Term Growth, But Augmented Reality Headsets Are Forecast to Gain Momentum by 2020, According to IDC (IDC, 28/09/2017)

teletopi-experenti

teletopi-experentiLo scorso 13 dicembre 2017 al Dipartimento di Filosofia e Comunicazione dell’Università degli Studi di Bologna, si è tenuta la 10^ edizione degli Oscar del videostorytelling, i Teletopi, in cui si è cercato di fare il punto sulla realtà e sulle prospettive future del video online.

Da fruire in mobilità con smartphone e tablet, da condividere sulle bacheche dei social network, perfino da immergersi completamente attraverso i nuovi visori per la realtà aumentata: il futuro della nostra esperienza di navigazione in rete passa sempre di più attraverso il video. E quello che stiamo vivendo in questi anni è solo un assaggio. Tutti gli analisti di svariata estrazione e a varie latitudini del mondo concordano su questa rivoluzione video-centrica: saranno i contenuti multimediali a dominare il futuro. Come stanno già facendo nel presente.

A questo evento abbiamo partecipato anche noi come relatori per far conoscere ai partecipanti le potenzialità della Mixed Realty: la combinazione  di realtà aumentata e realtà virtuale. Il CEO di Experenti, Amir Baldissera, ha incantato la sala gremita di giornalisti e specialisti del video con le app in AR ed ha elencato le varie tipologie di utilizzo della Mixed Realty (vedi il video dello speech).

Successivamente molti dei presenti hanno vissuto un’esperienza in realtà virtuale grazie ai visori come Vive, Gear e Cardboard. Ad ogni partecipante abbiamo strappato un WOW ed anche la Presidente della Giuria, Carmen La Sorella, è rimasta profondamente affascinata dai nostri progetti.

Per raccontare la nostra esperienza ai Teletopi, abbiamo creato anche noi un videostorytelling in timelapse, che trovi qui di seguito.

gabbiani-app

Come nasce e cresce un capolavoro del vetro? Da oggi sarà possibile partecipare a tutte le fasi di messa in opera di un oggetto in vetro soffiato direttamente dal proprio smartphone. Botteghe Digitali, il programma di accelerazione ideato da Banca Ifis che permette all’artigianato d’eccellenza del made in Italy di diventare un esempio di manifattura 4.0, ha proposto a Gabbiani, azienda storica di Murano, una soluzione basata sulla Mixed Reality. Experenti ha infatti ideato per il progetto un’app, combinazione tra realtà virtuale e realtà aumentata, che consente all’utente di conoscere la storia del prodotto che vorrà acquistare a partire dai disegni fino all’imballaggio. Lo spettatore potrà quindi conoscere i luoghi icona della manifattura italiana, come le botteghe veneziane, partecipando alla realizzazione dell’opera in vetro richiesta anche non essendo fisicamente a Murano. L’app è scaricabile gratuitamente dagli store Apple e Android.

“L’obiettivo- dice Carlotta Gabbiani – è quello di far vivere al cliente l’esclusività e la magia di un prodotto sartoriale interamente fatto a mano a Venezia. Grazie alla app potrò coinvolgere nel processo creativo e di realizzazione anche clienti che sono molto lontani e che invece così possono seguire passo a passo la nascita e creazione dell’oggetto che poi andrà ad arredare i loro ambienti”.

Il percorso di Gabbiani sarà raccontata nella prima puntata della web serie online sul canale youtube di Botteghe Digitali. La serie, firmata da Cristina Redini, racconta il percorso di accelerazione digitale di 11 artigiani che, con Botteghe Digitali, hanno agganciato le possibilità dell’innovazione tecnologica per diventare competitivi a livello internazionale.

gabbiani-app

Botteghe digitali: Banca Ifis e il primo esperimento di manifattura 4.0. 10+1 artigiani provenienti da tutti i settori del made in Italy dalla moda al cibo, dal design alla cosmetica, selezionati su 300 candidature da tutta Italia, iniziano un percorso di trasformazione digitale che li porterà ad essere molto diversi da come sono ora grazie al supporto di cinque digital coach. Botteghe Digitali è il primo programma di accelerazione che dà racconto di come l’artigianato d’eccellenza del made in Italy può diventare manifattura 4.0, ideato da Banca Ifis con la supervisione scientifica di Stefano Micelli dell’Università Ca’ Foscari di Venezia e Giorgio Soffiato, CEO dell’Agenzia Marketing Arena. 

Get on google play

Download on the app store

ar factory

La Realtà Aumentata può creare valore per tutte funzioni aziendali riducendo gli errori e migliorando la produttività. In particolare, i benefici apportati sono rivolti alle seguenti aree:

  1. Progettazione e Sviluppo dei prodotti. Gli Ingegneri ed i ricercatori possono utilizzare la Realtà Aumentata per sovrapporre i modelli 3D dei prodotti realizzati con il CAD al mondo fisico, permettendo loro di analizzare e valutare meglio i progetti. I disegni vengono visualizzati come ologrammi e, ad esempio, permettono ai progettisti di girarci intorno o di entrarci, per consentire loro di esaminare ogni dettaglio ed eliminare tutti i possibili errori.
  2. Produzione. La Realtà Aumentata viene impiegata per agevolare gli operai che lavorano alle linee di montaggio fornendo loro le informazioni necessarie, magari acquisite dagli stessi impianti aziendali (sensori, sistemi automatici…). Questo permette una riduzione dei difetti di fabbricazione, un monitoraggio più efficiente della produzione ed una maggiore produttività.
  3. Logistica. Miglioramento del processo di prelevamento delle merci in modo da ottimizzare i tempi e ridurre gli errori. Ad esempio, invece di avere un elenco cartaceo dei beni da ritirare, gli addetti possiedono un Tablet con AR che, oltre a tracciare i prodotti nel magazzino, suggerisce il tragitto migliore per prelevarli.
  4. Marketing e Vendite. Riduzione delle incertezze che i clienti potrebbero provare ed abbreviazione quindi del ciclo di vendita. Infatti permette di vedere le simulazioni del prodotto nel contesto specifico, tramite l’app AR scaricata sullo Smartphone. Questo consente loro di prendere decisioni più consapevoli e di essere più soddisfatti dei loro acquisti.
  5. Servizio Post-vendita. La Realtà Aumentata porta grandi vantaggi per il servizio di assistenza tecnica a fornendo agli addetti alle riparazioni suggerimenti in tempo reale e dati che riguardano previsioni di guasti o manutenzioni future. Inoltre permette di effettuare riparazioni a distanza in tempo reale e mettere a contatto i tecnici con gli esperti. Grazie a questa tecnologia è possibile aumentare la qualità delle riparazioni riducendo errori e costi complessivi di assistenza.
  6. Risorse Umane. L’addestramento del personale viene tarato sulla base dell’esperienza del dipendente e sulla sua propensione a commettere determinati errori. Questo permette di ottimizzare i tempi necessari alla formazione e velocizzare quindi l’inserimento in azienda.

ar factory

Fonte: Porter, M. E., & Heppelmann, J. E. (2017, Novembre). Perchè a ogni organizzazione occorre una strategia per la realtà aumentata. Harward Business Review Italia, 13-25.