padova sharing innovation

padova sharing innovationIn occasione del Natale, a Padova si è dedicata particolare attenzione al mondo dell’innovazione digitale sviluppata dalla realtà del territorio. A questo proposito Promex, Azienda Speciale della Camera di Commercio di Padova per le attività internazionali, ha organizzato dal 13 al 23 dicembre un evento chiamato “Padova Xmas Time – Sharing Innovation”, in Piazza Cavour.

Le azioni e gli eventi che si vogliono promuovere durante gli 11 giorni di apertura al pubblico hanno l’ambizione di mostrare una Padova che guarda “avanti e oltre” (Padova Looking Ahead and Beyond) anche attraverso l’innovazione; l’obiettivo è quindi di favorire gli attori che a vario titolo diffondono l’innovazione nelle imprese promuovendone le attività.

Grazie ad InfoCamere abbiamo potuto partecipare come ospiti per portare a conoscenza di tutti la magia della Mixed Reality. Durante il pomeriggio del 14 dicembre 2017 alcuni passanti hanno avuto anche l’opportunità di vivere un’esperienza in realtà virtuale con i nostri dispositivi. Abbiamo ricevuto ottime sensazioni da pubblico, che si è dimostrato molto affascinato da tutti i nostri progetti.

Ecco un breve estratto di giovedì 14 dicembre:

Experenti-leroy-merlin

Lo scorso 19 ottobre siamo stati inviati ad un evento organizzato da Smartive al Make di Milano. Si tratta del primo sharing group sviluppato per Leroy Merlin Area Nord Est, chiamato “Retail e futuro prossimo”. Durante l’incontro abbiamo parlato di realtà aumentata e virtuale a circa una ventina di direttori di punti vendita ed abbiamo avuto l’occasione anche di presentare loro anche alcune nostre soluzioni. Il riscontro è stato molto positivo: tutti i manager si sono dimostrati molto interessati ai nostri prodotti ed alla nostra realtà aziendale.

La mixed reality può svolgere un ruolo molto importante nel retail, soprattutto per settore dell’arredamento e del fai da te. Infatti alcune soluzioni come configuratori d’arredo, showroom virtuali ed avatar possono aiutare la forza vendita a proporre in modo innovativo i prodotti dell’azienda. I consumatori possono avare l’opportunità di provare i prodotti finiti prima dell’acquisto e ricevere informazioni aggiuntive che permettono loro una maggiore consapevolezza nella scelta.

Quest’attenzione alla realtà aumentata dimostra l’apertura della multinazionale francese nei confronti della tecnologia che speriamo possa presto tramutarsi in un trend di tutto il settore.

Experenti-leroy-merlin

 

LEROY MERLIN è il quarto operatore mondiale nel settore del bricolage; il secondo in Europa e il primo in Francia. Arrivata in Italia nel 1996, Leroy Merlin annovera ad oggi 48 punti vendita distribuiti su tutto il territorio nazionale per un fatturato di oltre 1,5 miliardi di euro. È presente in 12 Paesi con oltre 400 punti vendita.

realtà aumentata for dummies

Forse non tutti sanno come opera la realtà aumentata. Molte persone credono ancora che si tratti di una sorta di magia. Questo avviene perché le informazioni a riguardo sono spesso incomplete o contorte. Andiamo quindi a far luce su questo aspetto e capiamo come funziona veramente la realtà aumentata.

 

Step 1.
Per cominciare avrai bisogno di un dispositivo dotato di videocamera (smartphone, tablet o smart glasses) sul quale è stata installata un’app AR. Per provare subito, scarica l’app di Experenti, è gratuita! Apple o Android?

Step 2.
Oltre al dispositivo, avrai bisogno anche di una serie di immagini chiamate “tag” con le quali l’applicazione si interfaccerà. Esse hanno la funzione di posizionare l’oggetto che apparirà nello spazio reale. Qui potrai trovare i tag da stampare con cui potrai far funzionare l’app di Experenti. Se non hai la stampante scarica ed apri il file su un dispositivo diverso (fatti prestare il telefono da qualcuno), l’app funziona lo stesso!

Step 3.
Avvia l’app e punta il dispositivo sull’immagine. Il software dell’app la riconoscerà tramite una tecnologia di visione computerizzata, che analizza il flusso delle immagini.

Step 4.
Il dispositivo scarica le informazioni sull’oggetto dal cloud, proprio come un browser (come Google Chrome) scarica una pagina web tramite l’URL. Questa fase avviene normalmente in 1-2 secondi.

Step 5.
Ecco che appare un’esperienza 3D sovrapposta al tag, ciò che vedrai sarà quindi in parte reale (l’immagine stampata) ed in parte digitale (il modello digitalizzato). Potrai interagire con questo elemento grafico tramite il touch screen del tuo dispositivo.

Step 6.
Se provi a spostarti, la dimensione e l’orientamento dell’oggetto in 3D si adeguano automaticamente al modificarsi del contesto. Se ti avvicini l’elemento si ingrandisce, se ti allontani si rimpicciolisce. Potrebbero anche apparire nuove informazioni grafiche o di testo, mentre altre potrebbero scomparire alla vista.

 

Ecco spiegato il trucco! Ora che hai imparato come si fa, prova a cambiare tag e guarda cosa appare! Non si tratta quindi di un incantesimo, ma di una tecnologia nuova che può emozionare e dare perciò un taglio “magico” al tuo business.

 

experenti globe